Il gusto delle tradizioni e il piacere dell’accoglienza

Il gusto delle tradizioni e il piacere dell’accoglienza


L’Azienda sorge tra le colline di Col San Martino, in posizione equidistante da Conegliano e Valdobbiadene: 10 ettari di terreno vitato curati da generazioni dalla famiglia Spadetto. L’attività è stata ereditata da papà Girolamo (Momi) e mamma Anna Maria e prima di loro fu il nonno Antonio a introdurre i primi ammodernamenti. Oggi è la figlia a Silvia curare il reparto amministrativo e commerciale e la cantina, mentre il marito Giuseppe svolge l’eroico lavoro in vigneto. Dalla potatura invernale alla vendemmia l’obiettivo è quello di ottenere le migliori condizioni perché la pianta dia il massimo valore al suo frutto, con metodiche improntate al minor impatto ambientale. La produzione avviene in zona collinare con lavorazione per lo più manuale di uve di produzione propria. In cantina naturalezza e naturalità seguono ogni passaggio della vinificazione, dalla pressatura dell’uva al riposo del vino sui suoi lieviti. Nei nuovi impianti assieme al Glera coltiviamo anche i vitigni Perera, Bianchetta e Verdiso, così come si è sempre fatto nell’area DOCG. I vini che ne derivano sono caratterizzati da grande finezza olfattiva, con aromi di pesca e fiori bianchi accanto alle immancabili note di mela verde e pera. E dal momento che questo territorio profuma anche di buoni sapori manteniamo il gusto delle tradizioni e il piacere dell’accoglienza verso i nostri ospiti, organizzando degustazioni e producendo una limitata selezione di salumi tipici (cotechini, salsicce, salami, sopressa, sopressa con filetto, ossocollo, pancetta e costa arrotolata). Alleviamo i maiali per almeno 4 mesi prima della macellazione e poi lasciamo che gli insaccati asciughino e stagionino naturalmente in idonei locali situati in Azienda.

Tra le nostre etichette ne ricordiamo tre, completamente rinnovate nella vestizione. Ottenuto dalla rifermentazione spontanea in bottiglia nella primavera successiva alla vendemmia, il MOMI Valdobbiadene Prosecco DOCG Spumante Rifermentato in Bottiglia, rivela gusto asciutto e piacevolmente amarognolo ed è perfetto a tavola con antipasti, salumi e formaggi, pizza, primi piatti saporiti, spiedo dell’Altamarca Trevigiana. Il 210 Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut rappresenta il modo moderno di bere Prosecco: con un residuo zuccherino di 9g/litro si presta maggiormente ad essere consumato a tutto pasto. Il 240 Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Extra Dry rappresenta invece la classicità: con un residuo zuccherino di 16g/litro si adatta infatti particolarmente all’aperitivo e al fine pasto.