Enotourismclub: come portare il modello dell'enoturismo in Romagna

Enotourismclub: come portare il modello dell'enoturismo in Romagna


Dall'Università di Bologna, campus di Rimini, un giovane di Forlì, Giacomo Vasumi, ha presentato la prima tesi nel corso di laurea in Economia del Turismo, Scuola di Economia, Management e Statistica, relatore Massimiliano Castellani, con questo titolo:
«Enotourismclub: come portare il modello dell'enoturismo in Romagna».

 

Questatesidilaureaèfruttodellacollaborazione di Giacomo Vasumi conEnotourismClubel’AmbasciatadelleCittà del Vino aRimini.

 

La Romagna ha un’importante storia legata al turismo, ed in particolare al turismo balneare, che l’ha resafamosaintuttoilmondo.Questotipoditurismoperòfaticaepresentavarielementidiinstabilità. Da questo nasce la necessità di far nascere un nuovo paradigma turistico. Un elemento ancora non esplorato dalla Romagna per creare turismo è il vino. Il vino è un prodotto che genera un florido mercatoinItalia,eche,oltreall’innegabilequalità,puòraccontareleoriginieletradizionideiterritori in cui viene prodotto. L’enoturismo può quindi essere la risposta per risollevare il turismo in Romagna.

 

Seguendo i modelli che già sono di successo in Italia e nel mondo, si può portare questo turismoinItalia.IlprogettodiEnotourismClubèproprioquello diattuarel’enoturismoinRomagna, dimostrando che, raccontando la storia e la tradizione del territorio in cui il vino viene prodotto, si puòfareturismo.IlprogettodiEnotourismClubèormaientratonellasuafaseesecutiva,checonsiste nell’organizzare un distretto enoturistico integrato che comprenda tutta la destinazione Romagna, dalla provincia di Rimini ai lidi Ferraresi. Attraverso la cultura espressa da una bottiglia di vino, si può generare un forte indotto turistico, in grado di riportare la Romagna sul panorama turistico internazionale valorizzando tutti gli aspetti e le ricchezze delterritorio.