Convention Città del Vino: ad Asti e Novara. Come partecipare

Convention Città del Vino: ad Asti e Novara. Come partecipare


Asti e Novara sono le città protagoniste della Convention di Primavera dell'Associazione Nazionale Città del Vino che ritorna in Piemonte dal 22 al 25 maggio con un programma di iniziative che culmineranno con la presenza dei sindaci del vino ad EXPO 2015.
Si ricorda ai Sindaci e agli Amministratori che parteciperanno che, come da programma allegato, l'appuntamento previsto per venerdì 22, alle ore 18 ad Asti (Via al Teatro Alfieri) è riservato ai Coordinatori delle Città del Vino. Si tratta di un workshop dedicato alla programmazione europea 2014/2020 a cui parteciperanno gli eurodeputati on. Alessia Mosca e on. Alberto Cirio, e i Consorzi di operatori turistici del Piemonte - Piemonte Incoming. L'incontro servirà ad illustrare le opportunità per i territori offerte dalla programmazione europea e le opportunità di accesso ai relativi fondi e progetti.
Sabato 23 maggio, alle ore 10, in Via al teatro Alfieri, incontro su Langhe-Roero-Monferrato verso la smart land? alla presenza di esperti e operatori.
Nel pomeriggio, alle ore 16 presso l'Enofila di Asti si terrà il Forum Città del Vino Expo2015, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. I dettagli nel programma allegato.
L'appuntamento con l'Assemblea dei Soci dell'Associazione Città del Vino si terrà domenica 24 maggio, a Novara alle ore 10:00, presso il Salone dell’Arengo del Broletto.

Lunedì 25 le Città del Vino si trasferiscono all'EXPO di Milano. Si ricorda che i biglietti per accedere a Expo (e il transfer) devono essere acquistati con le modalità previste sulla brochure, sono nominativi e non sono acquistabili all'ingresso dell'esposizione. Un pullman trasporterà i partecipanti fino all'ingresso per poi ripartire alla volta di alti alle ore 19.

In allegato l'elenco delle strutture ricettive convenzionate per la prenotazione alberghiera, la scheda di adesione alla Convention da far pervenire prima possibile a mezzo fax allo 0577 352584 o tramite email (pianigiani@cittadelvino.com) e la delega ad altro Comune per gli amministratori che fossero impossibilitati a partecipare ai lavori dell’Assemblea dei soci.
_____

La Convention Expo2015 delle Città del Vino si terrà tra Asti e Novara dal 22 al 25 maggio 2015; un ricco programma di eventi farà da cornice all’appuntamento che vedrà riuniti in Piemonte molti sindaci e amministratori delle terre del vino italiane.
Sono in programma, infatti, alcuni momenti dedicati alle tematiche dello svilippo locale; si comincia con il tema della progettazione europea con l’iniziativa “WakeUp” (22 maggio: workshop riservato ai coordiantori regionali delle Città del Vino e ai consorzi turistici, alla presenza degli eurodeputati On. Alessia Mosca e On. Alberto Cirio); il giorno seguente si prosegue con “Langhe-Roero e Monferrato verso la smart land?” (la mattina del 23 maggio, con i Digital Champion Italia e WeLand), e nel pomeriggio incontro sul tema “Non è Petrolio” (con Giorgio Ferrero, Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte; Antonella Parigi, Assessore al Turismo e Cultura della Regione Piemonte; Pietro Iadanza, Presidente delle Città del Vino; Antonio Ferrentino, Presidente delle Città del Bio; Paolo Verri e Roberto Daneo esperti in Grandi Eventi e le best practice raccontate da Angela Motta, Consigliere regionale; Gianni Ferrero, Direttore Turismabile-CPD).
La Convention si sposta poi a Novara per l’Assemblea Nazionale delle Città del Vino (24 maggio) e gran finale il 25 maggio all’Expo2015.

“Qualità della vita, paesaggi e ambienti ben conservati, qualità del vino e dei prodotti tipici, unite ad una maggiore capacità ricettiva, fanno dei territori del vino vere mete turistiche – afferma Andrea Cerrato, vice presidente dell'Associazione, assessore al turismo del Comune di Asti ed animatore di questa Convention piemontese – e su questo filone l’Associazione da anni si sta muovendo, supportando i territori a crescere. Il turismo nelle Città del Vino è in aumento costante, con oltre 3 miliardi di euro di fatturato all’anno e 5 milioni di enoturisti, stimati dalle ricerche dell’Osservatorio sul turismo del vino, la ricerca che l’Associazione produce ogni anno; un settore che si pone al centro delle politiche di crescita locale.”
È questa una forma di turismo di esperienza che privilegia la sostenibilità, l’incontro con il territorio, e la conoscenza diretta dei suoi protagonisti: i vignaioli e la gente che qui lavora e vive. “Il vino è un prodotto culturale, oltre che della terra – afferma ancora Cerrato – e la dimensione culturale, oltre che sociale, economica e ambientale della viticoltura e dei mestieri del vino, raccoglie un patrimonio di saperi da custodire e valorizzare. E se il vino è cultura, il luogo ideale dove organizzare la Convention Nazionale delle Città del Vino, nell'anno di Expo2015, è il Monferrato, che con Langhe e Roero sono stati inseriti nella World Heritage List dell’Unesco ed eletti a 50° sito italiano Patrimonio dell'Umanità."

"L’obiettivo dell’Associazione - afferma il presidente nazionale Pietro Iadanza - è quello di aiutare i Comuni a sviluppare intorno al vino, ai prodotti locali ed enogastronomici, tutte quelle attività e quei progetti che permettono una migliore qualità della vita, uno sviluppo sostenibile, più opportunità di lavoro. La Convention piemontese ci aiuterà in questo percorso, dati i temi che affronteremo grazie anche alla natura operativa degli incontri in programma".

"Il Piemonte - afferma Stefano Vercelloni, coordinatore regionale delle Città del Vino e vice sindaco di Sizzano (Novara) - è di nuovo protagonista della vita dell'Associazione così come lo fu al tempo della sua istituzione. Era il 21 marzo 1987 quando 39 sindaci si riunirono a Siena per dar vita all’Associazione Nazionale Città del Vino e tra quei Sindaci c'erano molti amministratori di città e paesi del Piemonte: Asti, Alba, Barbaresco, Barolo, Canale, Carema, Diano d’Alba, Dogliani, Gattinara, Neive, Nizza Monferrato, Ovada e Treiso d’Alba. Oggi sono oltre 450 le realtà da nord a sud, piccoli e grandi comuni, città già note nel firmamento enologico e città ancora in ombra. L'Assemblea si terrà Novara, un riconoscimento al ruolo di questo territorio per la viticoltura che esprime".

Adesione convention
Delega assemblea
Alberghi asti2015
Citta del vino