Col Vetoraz veste d’estate le sue bollicine

Col Vetoraz veste d’estate le sue bollicine


Ci siamo, la bella stagione è ormai alle porte e Col Vetoraz si prepara ad accogliere l’estate puntando sulle bollicine più adatte a questo periodo dell’anno e tenendo fede ai criteri di elevata qualità dei propri vini e guidata da una filosofia che da sempre rispetta il territorio e la sua integrità. Nello specifico, selezionando all’interno della gamma di produzione l’azienda suggerisce il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut e il Brut Dodici Lune Rosa.

Il primo, proveniente dai vigneti esposti a ponente dove la maturazione delle uve raggiunge livelli ottimali ad ottenere questo tipo di vino, presenta un profumo delicato e leggermente aromatico di floreali di rosa, agrumi e acacia e fruttati di pesca bianca, mela e pera ed un gusto asciutto ma privo di spigolosità. E’ ideale sia da degustare come aperitivo sia da abbinare a crostacei e pesci pregiati.

Il secondo, in ordine di tempo l’etichetta più recente nell’offerta di produzione dell’azienda di S. Stefano di Valdobbiadene, è ottenuto da uve di Pinot Nero vinificate in rosa con lenta fermentazione e successiva maturazione sui propri lieviti per un periodo di dodici lune, equivalente a undici mesi, secondo il metodo di spumantizzazione charmat lungo. Con un perlage fine e persistente, una spuma cremosa e un bouquet elegante, questo vino è asciutto al palato, armonico e di buona lunghezza con profumi che richiamano la frutta di bosco e il lievito maturo. Si sposa ottimamente con antipasti di pesce crudo, primi e secondi piatti a base di pesce ed è perfetto anche come aperitivo.

Due prodotti enologici di livello che l’amicizia e la spontanea collaborazione intrecciata con Enzo De Prà del ristorante Dolada di Plois di Pieve D’Alpago (Belluno), la stella Michelin più longeva d’Italia ha voluto unire (o legare) in un insolito ma riuscito abbinamento con un celebre piatto del suo repertorio, le ‘Terrine’, rivisitato in chiave più innovativa; carne di coniglio e olive con salsa al balsamico, agnello e fois gras con salsa al sesamo e faraona e pistacchi con salsa al pompelmo rosa. Risultato, un dialogo perfetto tra eccellenze del territorio da assaporare a tavola in un clima di piacevole convivialità.

Situata nel cuore della Docg Valdobbiadene, la Cantina Col Vetoraz è ubicata nel punto più elevato della celebre collina del Cartizze, a quasi 400 mt di altitudine. E’ proprio qui che la famiglia Miotto si è insediata nel 1838, sviluppando fin dall’inizio la coltivazione della vite (Prosecco Superiore e Cartizze Superiore). Nel 1993 Francesco Miotto, discendente di questa famiglia, assieme all’agronomo Paolo De Bortoli e all’enologo Loris Dall’Acqua hanno dato vita all’attuale Col Vetoraz, una piccola azienda vitivinicola che ha saputo innovarsi e crescere e raggiungere in appena 20 anni il vertice della produzione di Valdobbiadene Docg sia in termini quantitativi che qualitativi, con oltre 1.400.000 kg di uva Docg vinificata l’anno da cui viene selezionata la produzione di 1.000.000 di bottiglie vendute. Grande rispetto per la tradizione, estrema cura dei vigneti e una scrupolosa metodologia della filiera produttiva e della produzione delle grandi cuvée hanno consentito negli anni di ottenere vini di eccellenza e risultati lusinghieri ai più prestigiosi concorsi enologici nazionali ed internazionali, tra i quali spiccano ben 5 Gran Medaglie d’Oro al Concorso Vinitaly.