Premi Bio DiVino a La Selezione del Sindaco

Premi Bio DiVino a La Selezione del Sindaco


Tre medaglie d’oro ad altrettanti vini biologici: questo il responso del premio BioDivino dedicato alle produzioni enologiche bio nell’ambito del concorso enologico internazionale La Selezione del Sindaco. Al primo posto il vino Dogale, un vino dolce a base di vitigno verduzzo in purezza dell’Azienda agricola Le Carline di Daniele Piccinin, situata a Pramaggiore (Venezia) (89,2/100). Segue un vino pugliese, il Rosalbore 2014 Salice Salentino doc vitigno negramaro, dell’Azienda cooperativa di San Pancrazio Salentino (Brindisi) con il punteggio di 87,2/100. Al terzo posto (87/100) il Kiara 2014 doc Offida, a base vitigno pecorino, dell’Azienda agrobiologica San Giovanni di Ascoli Piceno.

Seguono 17 medaglie d’argento. A primo posto il sauvignon bio Trentino doc 2014 della Cantina di Toblino (Calavino) con il punteggio di 85,75/100, seguito dallo spumante di Astoria Vini prosecco doc Treviso (85,6/100) del comune di Refrontolo in provincia di Treviso.

Il primo vino biologico non italiano è il Encostas da Cabana 2014 vinho verde dell’azienda Quinta da Cabana di Melgaco, regione di Minho, Portogallo.

IN allegato il PDF con la classifica completa dei vini vincitori della speciale classifica Dedicata ai vini biologici o prodotti con uve da agricoltura biologica. Il premio è istituito in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Bio.

Biodivinosds2015