A Siena "SiPedala" con il "bike sharing"

A Siena


Partirà il prossimo 30 luglio il servizio di Bike sharing elettrico a disposizione di cittadini e turisti. Le 13 stazioni per la ricarica, prelievo e riconsegna delle biciclette a pedalata assistita, distribuite nei punti strategici della città - dal centro alle zone periferiche, dall’Ospedale S. Maria alle Scotte alla Stazione ferroviaria -  sono un ulteriore e importante passo in avanti nella realizzazione del progetto Siena smart city su cui molto sta lavorando l’Amministrazione comunale.

Come ha affermato il vicesindaco Fulvio Mancuso, da sempre convinto sostenitore del fatto che, ha rimarcato come il servizio di biciclette pubbliche offerto alla città rappresenti una parte importante di un nuovo modello di sviluppo su cui l’Amministrazione comunale sta puntando.

Con il Bike sharing sarà possibile raggiungere luoghi non serviti da autobus e pollicini,  integrando, così, il servizio di trasporto pubblico con un conseguente risparmio di tempo nei tragitti da percorrere.

In sintesi: maggiore facilità e autonomia negli spostamenti, nessun problema di posteggio e la riscoperta di un mezzo di trasporto salutare ed ecologico che può circolare nella quasi totalità della ZTL e raggiungere le varie parti della città e zone contermini.

Concetti ribaditi dall’assessore ai Trasporti, Stefano Maggi, il quale, richiamando il concetto “Dal passaggio al passeggio” che ha caratterizzato la recente pedonalizzazione delle vie Pantaneto e Banchi di Sopra, ha sottolineato <<l’importanza di promuovere tutte le forme di mobilità sostenibile e l'integrazione fra pedonalità, autobus, biciclette elettriche e tradizionali, in modo da usare il mezzo più adatto all'ambiente e, contemporaneamente, favorire una fruizione più lenta e approfondita di Siena. Siena, città che mezzo secolo fa ha imboccato la strada della sostenibilità ambientale ante litteram, chiudendo il cuore del centro storico al traffico dei veicoli. Per il bike sharing, il suo funzionamento e mantenimento si farà affidamento sull'autoparco del Comune, ma anche sul senso civico dei senesi e la correttezza dei turisti. Occorre usare le biciclette in maniera da non arrecare danno agli altri e da non danneggiarle; allo stesso tempo è necessario cambiare certe abitudini consolidate: perché è fondamentale muoversi bene e non muoversi e basta>>.

I costi del servizio per l’utente sono bassi. L’ abbonamento annuale costerà 30 euro comprensivi dell’assicurazione rct  e di 5 euro di ricarica: permette l’utilizzo gratuito della bicicletta  per la prima ora dal momento del prelievo a quello della riconsegna. Con questa tipologia di abbonamento gli utilizzi inferiori a un’ora sono sempre gratuiti anche se ripetuti all’interno della stessa giornata; la seconda ora si paga 1 euro e dalla terza ora si pagano 2 euro per ogni ora. Per quanto riguarda l’abbonamento giornaliero, il costo sarà di 10 euro, mentre per due giorni 15 euro. On line (quindi anche con un semplice smartphone) è possibile vedere in tempo reale le biciclette disponibili in ogni stazione e le colonnine libere per la riconsegna.

Abbonamenti e rinnovi presso lo sportello della Siena Parcheggi in viale Curtatone, 29, oppure on line all’indirizzo www.bicincitta.com.