Vini italiani e mercati: master per sviluppare l'export delle aziende

Vini italiani e mercati: master per sviluppare l'export delle aziende


I vini italiani e i mercati mondiali” è il titolo di un progetto formativo universitario di primo livello promosso da Associazione Italiana Sommelier (AIS) in collaborazione con Scuola Superiore di Studi Universitari S.Anna, Università degli Studi di Pisa e Università per Stranieri di Siena e al quale collabora anche l’Associazione Nazionale Città del Vino.

Obiettivo del Master è la formazione di una figura professionale, non ancora presente nel settore, a supporto del vino italiano e del mercato che lo movimenta. Il percorso didattico, innovativo e adattato al mercato globale, prevede corsi di viticoltura ed enologia e il corso per sommelier (conseguibile anche all’interno del Master).

Per informazioni vedi anche: Scuola di Studi Superiri Sant'Anna, Pisa

Questa nuova professionalità sarà in grado di interagire con le imprese vinicole che mirano al mercato estero, saprà creare spazi per le aziende che ancora non prevedono questa strategia commerciale o che non sono compiutamente posizionate, oppure potrà diventare un supporto specialistico per enti, consorzi e istituzioni pubbliche il cui interesse operativo è focalizzato sul vino e sul comparto agroalimentare. Una figura, quindi, capace di promuovere, commercializzare, diffondere e istruire, nell’ambito di un segmento di mercato e di marketing articolato e ben ancorato al vino e all’enogastronomia.
Il progetto implica una forte sinergia operativa con il comparto vitivinicolo, sia negli indirizzi sia nelle indicazioni da contestualizzare su mirate esigenze, oltre che un coinvolgimento per supporti finanziari, sponsorizzazioni, borse di studio, stage, e quant’altro scaturisca in proiezione formativa, o anche solo l’accoglienza dei tirocinanti. Per questo i promotori del Master chiedono la disponibilità ad offrire agli iscritti l’opportunità di svolgere un periodo di tirocinio aziendale.

In allegato il bando per poter partecipare al master formativo, e il piano didattico.

L’idea formativa prende le mosse dal fatto che il made in Italy enogastronomico connota sempre più l’identità italiana dal punto di vista culturale ed economico, perché esprime un prodotto non replicabile, espressione di un territorio univoco. L’attenzione ai mercati esteri in forte espansione è richiesta con forza da molti attori della filiera vitivinicola e agroalimentare. Più volte i produttori, i consorzi, le associazioni di categoria e il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali hanno convenuto che occorre affrontare i nuovi mercati con una specifica formazione strategica in grado di creare cultura. Anche i distributori e gli importatori esteri hanno rimarcato l’esigenza di istruire i consumatori, per costruire una “cultura del vino”.

Il comitato tecnico del master ha messo a punto un piano didattico (allegato). Partecipando al progetto, l'azienda si impegna solo ad accogliere un tirocinante, da impiegare, dopo la formazione in aula, su propri progetti e attività con l'estero, oppure può promuovere la partecipazione al master stesso di personale del settore o di neo laureati, o addirittura a fornire un contributo didattico, nel terzo modulo del master.

Riferimenti operativi e informazioni:
PER LE AZIENDE CHE INTENDONO OSPITARE UN TIROCINANTE:
Alessandro Balducci
- balducci@unistrasi.it - tel. 335 5314667

PER COLORO CHE INTENDONO PARTECIPARE AL MASTER:
Simona Galeazzi – s.galeazzi@sssup.it – tel. 050 882645