Senato approva legge su tutela biodiversità

Senato approva legge su  tutela biodiversità


Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato approvato oggi dal Senato il provvedimento sulla tutela della biodiversità, che ora torna alla Camera per la terza lettura. La legge istituisce un Sistema nazionale della biodiversità agraria e alimentare, con 4 strumenti operativi: l’Anagrafe della biodiversità, dove saranno indicate le risorse genetiche a rischio di estinzione; il Comitato permanente, che garantisce il coordinamento delle azioni tra i diversi livelli di governo; la Rete nazionale, che si occuperà di preservare le risorse genetiche locali; il Portale nazionale, composto da un sistema di banche dati contenenti le risorse genetiche presenti su tutto il territorio italiano.

La legge prevede l’avvio di un Piano nazionale sulla biodiversità di interesse agricolo e istituisce un Fondo di tutela per sostenere le azioni degli agricoltori e degli allevatori. Viene anche stabilito che il piano triennale di attività del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria debba prevedere interventi per la ricerca sulla biodiversità agraria e alimentare, sulle tecniche necessarie per favorirla, tutelarla e svilupparla.

L’Italia possiede un patrimonio unico di biodiversità, che rappresenta un valore non solo da difendere ma anche da valorizzare. La legge sulla tutela della biodiversità rappresenta un passo fondamentale in questo senso: l’obiettivo è quello di salvaguardare la distintività delle nostre ricchezze naturali, vegetali e animali. Con questo provvedimento, infatti, riconosciamo il ruolo attivo che gli agricoltori svolgono come custodi del paesaggio e della biodiversità, per la conservazione dei nostri territori”. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina.

Sono particolarmente soddisfatto per l’approvazione in Senato di questa legge - ha dichiarato il vice ministro Andrea Olivero - e confido che nelle prossime settimane possa concludersi l’iter legislativo che mette a disposizione strumenti efficaci per la tutela della biodiversità, come l'istituzione di un sistema nazionale di tutela e di valorizzazione della biodiversità agraria e alimentare, perché occorre dedicarsi con passione e determinazione alla tutela dell’immenso patrimonio di questo Paese”.

E' una buona legge, che riconosce le biodiversità agricole come elemento fondamentale per la tutela della salute, per la battaglia contro l’erosione dei suoli e per la valorizzazione di quel patrimonio genetico che caratterizza l'agricoltura italiana”, sottolinea Paolo Benvenuti, direttore generale dell'Associazione Nazionale Città del Vino che, nell'auspicare una rapida approvazione definitiva del testo, ricorda la ricchezza e la varietà della vitivinicoltura del nostro Paese, che vanta un enorme numero di varietà di vitigni, molti dei quali antichi e autoctoni.