Recevin, a Bruxelles si decide la Città del Vino d'Europa 2016

Recevin, a Bruxelles si decide la Città del Vino d'Europa 2016


Sta per chiudersi l’anno della Città Europea del Vino 2015 che porta il nome di Reguengos de Monsaraz, città portoghese della regione Alentejo, e che fa parte della rete nazionale Ampv. Il 17 e 18 novembre a Bruxelles, infatti, il municipio di Reguengos de Monsaraz ha organizzato un importante evento a conclusione delle manifestazioni che hanno caratterizzato, nel corso del 2015, questo prestigioso riconoscimento. Per l’occasione si terrà, presso la sede del Parlamento Europeo, la riunione del Consiglio di Amministrazione di Recevin, la rete europea delle Città del Vino presieduta da Pietro Iadanza, già presidente dell’Associazione Nazionale Città del Vino italiana. Durante la riunione, sarà comunicato il nome della Città del Vino Europea per il 2016 che per il prossimo anno vedrà protagonista una città italiana.

Racevin ha recentemente cambiato il proprio statuto concedendo a tutti i Comuni aderenti alle singole reti nazionali, di potersi fregiare automaticamente anche della qualifica di Città del Vino d’Europa, senza alcun adempimento finanziario aggiuntivo. Questa decisione è stata presa per aumentare il peso politico della rete europea che, altrimenti, annoverava al suo interno circa 70 Comuni aderenti, per lo più italiani, portoghesi e spagnoli, metre ora di fatto può contare su circa duemila municipalità.

L’adesione alla rete Recevin è gratuita, non occorre alcuna specifica delibera da parte dei Comuni aderenti all’Associazione Nazionale Città del Vino, e cessa con l’eventuale recesso del Comune dalla rete nazionale.

Intanto si stanno svolgendo in molte Città del Vino italiane gli eventi collegati alla Giornata Europea dell'Enoturismo (che Recevin indice ogni anno per il periodo che ruota intorno all'11 novembre, estate di San Martino), che ha già visto alcune iniziative svolgersi lo scorso fine settimana mentr4e altre sono i programma tra sabato 14 e domenica 15 novembre.