I linguaggi del Paesaggio. Convegno di tre giorni a Castelnuovo Berardenga (Siena)

I linguaggi del Paesaggio. Convegno di tre giorni a Castelnuovo Berardenga (Siena)


Quali sono i linguaggi del paesaggio? Quali sono i linguaggi con i quali il paesaggio comunica con noi? Quale è la semiotica del paesaggio? Se ne parla dal 21 al 23 di marzo all'Auditorium di Villa Chigi, a Castelnuovo Berardenga.Spaziare01 - conversazioni su Paesaggio e dintorni, è il nome del convegno organizzato dall'Associazione culturale Multi Kulti di Firenze, una tre giorni di incontri, conversazioni, nel corso dei quali il paesaggio è affrontato da più e diversi punti di vista. Geografia, psicologia, semiotica, scienze agrarie, arte contemporanea, musica, antropologia sono alcuni dei punti di osservazione dai quali considereremo il Paesaggio. Cifra distintiva del ciclo di incontri sono pertanto  le contaminazioni e le ibridazioni culturali fra le varie discipline coinvolte. L'Assessore all'Urbanistica, Pianificazione del Territorio e Paesaggio delle Regione Anna Marson parlerà in apertura.

Informazioni sull'evento Sito web: www.kulti.it

La giornata di venerdì 21 marzo sarà dedicata ad indagare il Paesaggio nella sua realtà fenomenica, tangibile, a partire dagli elementi del territorio di Castelnuovo Berardenga. Un racconto narrato da coloro che sono quotidianamente "sul campo" in relazione con il territorio: agronomi, geografi, aziende agricole. Sabato 22 marzo l'attenzione si volge ad esplorare i riflessi interiori del Paesaggio, grazie all'apporto di discipline quali la filosofia, l'antropologia, la psicologia. Un'indagine tesa ad analizzare i meccanismi della percezione, a tracciare una mappa emotiva dei suoi riflessi più profondi, e le relazioni esistenti fra aspetto oggettivo e soggettività percettiva. Domenica 23 marzo: il Paesaggio come dato oggettivo, concreto, viene interiorizzato e diviene ispiratore, con la sua forza seduttiva e la capacità evocativa, per opere d'arte, nelle sue varie declinazioni. Parleremo del Paesaggio come fonte di ispirazione per la musica e l'arte contemporanea, con approfondimenti su land art, installazioni, sculture site specific e site responsive.

Il convegno ha il sostegno della locale amministrazione; è stato patrocinato da Regione Toscana, Provincia di Siena, Accademia dei Georgofili, Università di Siena, Ordini degli Architetti di Firenze e Siena, Società Studi Geografici, ed è stato reso possibile grazie al coinvolgimento di molte realtà locali.

L'iniziativa fa parte del progetto Spaziare, nato per esplorare, approfondire, interrogarsi intorno alle tematiche che coinvolgono o potrebbero coinvolgere il Paesaggio, attraverso eventi ed incontri per discutere di questi temi attraverso il contributo di varie discipline, come è nello spirito e nella mission dell'aassociazione culturale MultiKulti di Firenze, organizzatrice dell'evento.

Perché è stata scelta Castelnuovo Berardenga? Perché possiede, ed ha elaborato nel corso dei secoli, un paesaggio di pregio che esprime una rara coerenza, segno dell'attenzione che ad esso è rivolta dalla Pubblica Amministrazione e dalla Comunità, manifestazione della sensibilità di chi lo vive e gestisce, e anche perché è situato al punto di incontro tra due realtà paesaggisticamente rilevanti, di riconosciuto valore: il Chianti e le Crete senesi.