Castione Andevenno, Città del Vino anche nella segnaletica stradale

Castione Andevenno, Città del Vino anche nella segnaletica stradale


Lo chiamano Il Giardino della Valtellina: è il territorio del Comune di Castione Andevenno, in provincia di Sondrio, da poco tempo entrato a far parte della rete delle Città del Vino. Il sindaco Massimiliano Franchetti ha voluto ribadire l’importanza di questa scelta, facendo installare ai principali ingressi del suo paese i nuovi cartelli che segnalano l’appartenenza del Comune all’Associazione.

Castione Andevenno – come si legge nel sito ufficiale – è un Comune situato immediatamente ad ovest di Sondrio, sul versante retico mediovaltellinese. Il microclima felice, che mitiga i rigori dell’inverno, riveste i prati di un rinnovato e vivace color verde quando ancora nei comuni vicini domina la tonalità del giallo, favorendo la coltura della vite, da cui si trae quel buon vino che, a sua volta, scalda i cuori, e che fu definito dal Güler von Weineck, diplomatico della Lega Grigia e governatore della Valtellina nel 1587-88, “il vino migliore e più squisito di tutta la valle”, esportato oltralpe presso diverse corti europee. La devozione a S. Martino, poi, patrono del paese, il cavaliere che divise il proprio mantello per riscaldare un povero e che viene celebrato l’11 novembre, data, a sua volta, legata alla cosiddetta “estate di S. Martino”, quando il cammino della stagione verso il gelo invernale sembra interrompersi e lasciare il posto ad un tepore quasi tardo-estivo. Per questo Castione è definito anche “Giardino della Valtellina”.

Qui si producono i vini della DOCG Valtellina Superiore.