Wine&Siena: il primo evento per la valorizzazione dei terroir e delle eccellenze della Toscana

Wine&Siena: il primo evento per la valorizzazione dei terroir e delle eccellenze della Toscana


Capolavori del gusto: il 30 e 31 gennaio 2016 a Siena, nelle sale di Rocca Salimbeni, nell’omonima piazza e al Grand Hotel Continental, la prima due giorni dedicata alla promozione e alla valorizzazione delle eccellenze vitivinicole e culinarie dei terroir della Toscana. Solo produttori selezionati e un’occasione per scoprire tutte le ricchezze culturali del territorio.

La prima edizione di Wine&Siena si terrà il 30 e 31 gennaio 2016 nelle sale di Rocca Salimbeni, in piazza Salimbeni e al Grand Hotel Continental. Una due giorni per incontrare 100 produttori vitivinicoli provenienti dalla Toscana e 45 da altre regioni italiane vocate, ma anche 45 artigiani del gusto, tutti selezionati per  il livello qualitativo dei loro prodotti.

Quando Confcommercio Siena ha immaginato questo evento – dice Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena – lo ha pensato non come evento specifico per il mondo del vino, bensì come una grande opportunità per presentare e far vivere un territorio dove ci sono eccellenze in tutti i settori. Dall’enologia, alla gastronomia, passando dalle eccellenze in campo artistico, culturale, imprenditoriale, turistico, noi abbiamo un territorio ricchissimo, che vogliamo valorizzare, raccontare, aprire sempre di più ai viaggiatori da tutto il mondo.  Wine&Siena va in questa direzione, risponde a questo obiettivo”.

L’evento è ideato da Confcommercio Siena con la collaborazione di Gourmet’s International, il sistema di selezione e valorizzazione di eccellenze che sta dietro al successo internazionale di manifestazioni quali il Merano WineFestival. Insieme hanno attivato importanti collaborazioni organizzative con il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena. Wine&Siena ha il fondamentale coinvolgimento di Banca Monte dei Paschi di Siena e Grand Hotel Continental, che hanno concesso spazi prestigiosi per la manifestazione a titolo gratuito.

“Abbiamo scelto la Toscana - e Siena in particolare - perché questa città può senz’altro definirsi la capitale italiana del vino e la Toscana la regione più vocata d’Europa alla produzione vitivinicola d’eccellenza” spiega il WineHunter Helmuth Köcher, promotore dell’iniziativa insieme al senese Andrea Vanni. Si tratta di un’area geografica tra le più vocate al mondo per la vitivinicoltura e punto di riferimento per l’enologia di qualità in Italia. Sono ben cinque le DOCG che tutelano i vini prodotti nelle varie micro e macro-aree che compongono le colline della Toscana centrale: Chianti, Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Chianti Classico e Vernaccia di San Gimignano. A queste vanno aggiunte altre DOC e IGT ricche di qualità e fascino.

Le nostre eccellenze agroalimentari e vitivinicole - sottolinea il Sindaco Bruno Valentini - sono centrali nell’economia di Siena e della Toscana. In Provincia di Siena ci sono  alcuni tra i più conosciuti vini a livello mondiale e la produzione vitivinicola  fa parte  della nostra identità, della nostra storia, del nostro paesaggio e della nostra cultura. Proprio a questo proposito, nei giorni scorsi, la celebre rivista americana Wine Enthusiast ha indicato un  Chianti Classico Gran Selezione come il miglior vino al mondo. Con questa iniziativa, nata da uno sforzo collettivo delle realtà che operano sul territorio, abbiamo voluto costruire un momento di promozione e valorizzazione di uno dei settori imprenditoriali più influenti della Toscana”.

La particolarità della formula di Wine&Siena “ aggiunge Vanni, “consiste nel fatto che tutti i produttori sono stati selezionati tra i vincitori degli annuali Merano WineAward e che questo evento si configura come uno dei pochi, a livello nazionale, che garantisce una selezione qualitativa di prodotti e produttori presenti. In questo caso la selezione ha un focus sulla Toscana”. Ma non solo: il terroir senese in particolare presenta caratteristiche produttive e culturali di grande valore legate sia alla qualità delle produzioni vitivinicole che alla presenza di risorse culturali.

Arte, storia, cultura si riflettono nelle location dell’evento: la sede storica di Banca Monte dei Paschi di Siena così come le sale del Grand Hotel Continental, regalano la cornice ideale alla manifestazione.

La possibilità di mettere in vetrina, unica ed eccezionale come la sede della Banca Monte dei Paschi di Siena, il comparto più vitale della nostra economia è un’occasione che porterà sicuramente un grande beneficio alle produzioni agroalimentari del nostro territorio”, sottolinea Massimo Guasconi, presidente della Camera di Commercio di Siena.

Nel 1959 la città diventa patrimonio dell’umanità Unesco e può definirsi capitale Unesco mondiale vantando nel suo territorio ben 4 siti Unesco: Siena, San Gimignano, Pienza e Val d’Orcia.  Vini, storia e tradizioni radicate, ma anche attenzione alla ricerca e alla attrazione di capitali e interessi da tutto il mondo.

L’alto valore aggiunto del territorio, immobili di pregio, la qualità del commercio e della ricettività nonché un’agricoltura fortemente orientata alla filiera del vino attraggono capitali  da tutto il mondo che generano in circolo virtuoso di investimenti finalizzati al miglioramento delle singole aziende e quindi del territorio nel suo complesso. Siena è il baricentro della grande produzione vitivinicola Toscana e per questo deve interpretare e mettere in risalto quanto di meglio questi territori sono in grado di offrire sui mercati globali.

La sfida Wine&Siena è stata raccolta dagli enti promotori locali (Comune di Siena, Camera di Commercio di Siena, Confcommercio Siena) e ha trovato prestigiosa location grazie alla disponibilità della Banca Monte dei Paschi di Siena, da sempre attenta alle istanze dei territori italiani e di quelli che sono suo riferimento storico in particolare, a partire da chi fa impresa e contribuisce a generare ricchezza, sviluppo e occupazione, come sono le aziende vitivinicole.

L’ingresso alla manifestazione costa  40 € (mezza giornata 25 €) e permette di degustare tutti i prodotti presentati, che sono il risultato di un lavoro di degustazione e selezione da parte delle commissioni WineHunter che ogni anno assegnano il prestigioso Merano WineAward.

Oltre alla possibilità di degustare i migliori prodotti del territorio durante i due giorni della manifestazione, il programma collaterale prevede anche una Cena di Gala presso l’Enoteca Italiana (40 €) ed una presso il Grand Hotel Continental (60 €), Show Cooking Doppio Fuoco che vedranno chef e blogger sfidarsi ai fornelli  ( 15 €), uno store delle eccellenze Merano WIneAward, degustazioni guidate.

Per quanti intendano approfittare dell’evento per un soggiorno alla scoperta del territorio di Siena, il consorzio di promozione e  turismo  Siena Incoming attraverso il proprio Tour Operator C-Way, gruppo Costa, propone diverse soluzioni di pacchetto.
La biglietteria e le proposte turistiche collegate all’evento Wine&Siena saranno prenotabili sul sito www.sienaincoming.it o telefonando ai seguenti numeri 3480216972 / 3476137678.

Informazioni, biglietti prenotazioni sul sito ufficiale www.wineandsiena.it e www.sienaincoming.com