Tipicità 2016: l’esperienza diventa totale!

Tipicità 2016: l’esperienza diventa totale!


A Fermo, dal 5 al 7 marzo, 24a edizione per il Festival del gusto

Cibo, “saper fare” e territorio per un week end da vivere in 80 eventi!

Dal 5 al 7 marzo, la città di Fermo, nelle Marche, accoglie la tre giorni dedicata al gusto in tutte le sue declinazioni: Tipicità 2016 è pronta a stupire ancora foodies, wine lovers, slow-trotters ed amanti del “turismo esperienziale”, con un “menù” che promette tante occasioni da vivere intensamente.

È il Festival del dopo EXPO, e si vede! Tipicità si fa in tre e propone un programma di oltre 80 eventi che esplora in modo nuovo: cibo, territorio e “saper fare”.

Al centro della scena un incredibile paniere di prelibatezze enogastronomiche, dalle Marche e dal mondo! Ci saranno, infatti, la Federazione Russa, ma anche il Parco del Cilento ed il circuito delle Piccole Italie, per ribadire che quando le differenze si confrontano e le identità si incontrano, creano ricchezza!

Organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con tanti partners pubblici e privati del territorio, Tipicità muove quindi dall’identità locale, ma su di essa sviluppa il confronto con altre comunità italiane e straniere.

Cibo e vino da assaggiare, in un vero e proprio spettacolo del gusto, con gli show cooking, le degustazioni guidate, il mercatino delle specialità rare e l’opportunità di gustare piatti ricchi di biodiversità.

Tra grandi chef e volti noti, sfileranno le “star” dell’enogastronomia marchigiana, con in primo piano il Verdicchio e le altre denominazioni del “Vigneto Marche” ad accompagnare ciauscolo, olive all’ascolana, tartufo e formaggio di fossa, cereali e legumi bio, maccheroncini di Campofilone e mille altre delicatessen autoctone. Da non perdere l’incontro con altre tradizioni gastronomiche, con stuzzicanti focus dedicati a stoccafisso, birra agricola e cioccolato di alta gamma.

Nei diecimila metri quadrati di Fermo Forum, Tipicità propone anche un Salone del Turismo, all’interno del quale paesi e comprensori marchigiani e delle Piccole Italie presentano prelibatezze enogastronomiche accanto ad attrattive naturalistiche, paesaggistiche e storico-artistico-culturali. Il viaggio continua poi con Tipicità in the City, palinsesto di eventi serali ambientati tra gli eleganti palazzi del centro storico di Fermo.

L’esperienza del gusto è completata da Art & Genius, suggestivo percorso attraverso le prestigiose griffes e le icone più rappresentative della creatività di questa splendida regione. Produzioni simboliche di una realtà manifatturiera pienamente fruibile dal visitatore, grazie alla vasta rete di outlets e spacci aziendali diffusa sul territorio.

Proposte speciali per il week end consentiranno a ciascuno di creare la propria, personalissima ed esclusiva, Tipicità Experience!

Orario di apertura - Sabato 5 e Domenica 6: ore 9:30-21:00. Lunedì 7: ore 10:00-20:00
Info: Segreteria organizzativa, Piazza Dante, 21 - 63900 FERMO Tel. 0734/225237; e-mail: info@tipicita.it
Biglietto d’ingresso: € 8,00.
Tutte le notizie sono reperibili all’indirizzo web: www.tipicita.it.

 

Nelle Marche pronto il “Giubileo del gusto”!

Dal 5 al 7 Marzo, debutta a Fermo, nell’ambito di Tipicità 2016, la prima “EXPO DELLE PICCOLE ITALIE”, un agorà unico ed inedito, con tanti momenti di confronto e promozione, dedicato alle realtà italiane alternative ai grandi centri metropolitani, ma capaci di un’alta qualità della vita, oltre ad essere veri e propri “santuari” del cibo di alta gamma.

Stiamo parlando del circuito delle Piccole Italie, che prevede anche itinerari turistici con esperienze autentiche, un “Grand Tour d’Italia” tra comunità profondamente caratterizzate da un’elevata attenzione al cibo e all’identità territoriale!

Nel padiglione di Tipicità, la centralità sarà per le “icone” del gusto marchigiane, con tanti focus sui “campioni” della biodiversità marchigiana, un concorso dedicato dalla Regione Marche agli istituti alberghieri e tante aziende che hanno investito nella “virtuosa diversità” per la quale le Marche risultano estremamente vocate.

Ma, ed è qui la novità, la valorizzazione dell’identità ha senso se messa a confronto con altre realtà! E così, oltre ad ospiti esteri come la Federazione Russa, a Tipicità ci sarà il Veneto con il Riso Vialone Nano Veronese IGP (una produzione quantitativamente “nana”, meno dell’1% a livello nazionale, ma di eccezionali proprietà organolettiche), la provincia di Gorizia con i cibi di confine e la tradizione mitteleuropea, il Comune di Asti con i grandi rossi piemontesi, formaggi di alta scuola casearia e tartufo.

Notevole anche la rappresentanza del sud, vero scrigno di biodiversità, capeggiato dal Cilento, “culla” universalmente nota per la Dieta Mediterranea che proprio nel Fermano, a Montegiorgio, ha un presidio storico con l’omonima Accademia. La realtà campana, ospite d’onore di Tipicità 2016, presenterà in anteprima un legume “in via d’estinzione”, recuperato con un importante progetto di territorio: il maracuoccio di lentiscosa.

Le incredibili qualità salutistiche del bergamotto, anche nella variante alcolica “bergamino”, costituiranno il cavallo di battaglia della Calabria, mentre il centro ideale del Mediterraneo, la Sicilia, sarà presente con la comunità di Alcamo, con i marcati sapori delle Terre d’Occidente.

Forte di questa variegata e straordinaria compagine, l’organizzazione di Tipicità è al lavoro per selezionare altri gioielli nascosti dell’Italia autentica.

Insomma, la regione più longeva d’Europa rilancia la sfida: vivere meglio e con più gusto è possibile… l’importante è cercare il tesoro nei posti giusti! A Tipicità… la mappa!

Tipicita brochure 2016