La Vrille di Hervè Daniel Deguillame

  • Telefono: +39 0166543018 - +39 3332393695
  • Sitoweb: La Vrille di Hervè Daniel Deguillame
  • Sede Amministrativa
    Hameau du Grangeon, 1 11020 Verrayes (Aosta) Italia
  • Descrizione

    Secondo Hervé tutto parte dal lavoro in vigna: "Riservo una cura particolare e rispettosa alla pianta per evitare trattamenti superflui al vigneto, arrivando alla vendemmia con un grappolo sano e maturo. In cantina poi, con l'aiuto dell'uomo, la natura farà il suo lavoro normale."

    I vigneti, che si estendono per 2,5 ettari, sono tutti autoctoni eccetto il Gamay che ha origine dal Beaujolais, il Pinot Noir, un vitigno internazionale, e lo Chambave Muscat, che è un vitigno storico della tradizione valdostana. La prima vinificazione in cantina risale al 2005; nella barricaia, con soffitto a volta e ricoperta in pietra di Verrayes, avviene l'affinamento in tonneaux del Fumin, del Pinot Noir e del Vuillermin, mentre nel locale vinificazione si trovano vasche in acciaio inox a temperatura controllata per la lavorazione dei rossi e vasche coibentate per la lavorazione del Muscat.

    Oggi si producono circa 18.000 bottiglie e l'obiettivo è di mantenere questa filosofia di qualità legata ad una produzione annua limitata. Tutta l’Azienda si ispira alla stessa filosofia: anche nell’agriturismo la frutta e la verdura sono coltivate seguendo i principi della biodinamica senza pesticidi e con l'ausilio di composti biologici per la concimazione, gli animali crescono allo stato brado e nella cucina a “centimetro zero” ogni ingrediente viene dall’orto e da un'accurata selezione di piccoli produttori valdostani.

    I vini, certificati dalla DOC Valle d’Aosta, comprendono bianchi (Chambave Muscat e Chambave Muscat Fletri, dal profumo aromatico, floreale e fruttato), rossi (Cornalin dal gusto secco e con sentori di erbe di montagna, Gamay, morbido e di buon calore alcolico, Fumin dalle sfumature porpora tendenti al rubino con riflessi violacei, Chambave intenso e persistente all’olfatto e Pinot Noir, altrettanto intenso con presenza di tannini delicati ed equilibrati).

    Lo Chambave Muscat Flétri ha quest’anno vinto una Gran Medaglia d’Oro alla Selezione del Sindaco, guadagnando il primo posto nella classifica dei vini italiani e il terzo nella classifica internazionale. Ottenuto da Muscat Petit Grain allevato a Guyot a 650 mt s.l.m. su terreno morenico, sciolto sabbioso e in forte pendenza, ha colore dorato intenso e cristallino, aromi persistenti, aromatici, floreali e fruttati e sapore dolce, pieno, caldo e morbido. E’ un vino da meditazione, da dessert in particolare con tegole e pasticceria secca e che ben accompagna fegato, formaggi erborinati e tome stagionate.

    News

    Città del Vino al Vinitaly 2019
    PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE CITTÀ DEL VINO Padiglione 8 – Stand G7   Domenica ...
    continua »
    La Guardiense e Cotarella: un sodalizio vincente
    Ancora un riconoscimento per Riccardo Cotarella, enologo di fama mondialee consulente de La Guardiense. Questa volta è l&rs ...
    continua »
    Un'azienda giovane che ritorna alle origini
    Viaboschi è una giovane azienda agricola nata dalla volontà di un ritorno alle origini dei fondatori. La cultura del ...
    continua »