Società Agricola I Pàstini

  • Telefono: +39 0804313309
  • Fax: +39 0802221129
  • Sitoweb: Società Agricola I Pàstini
  • Sede Amministrativa
    Strada Cupa Rampone Zona A 74015 Martina Franca (Taranto) Italia
  • Descrizione

    L’azienda vitivinicola I Pàstini nasce nel 1996 ed è collocata nel cuore della Valle d’Itria in Puglia. “Pastinum” in latino era propriamente “zappa” e, in via derivata, “terreno destinato alla coltivazione della vite”. Mettere il pàstino per modellare la piccola diga di terra necessaria a raccogliere l’acqua piovana in questa Apulia sitibonda, allora come ora, è un’arte antica e difficile.

    Gestita dalla famiglia Carparelli, si avvale delle antiche tradizioni viticole e dell’ausilio di tecniche enologiche moderne al fine di ottenere vini che esprimano il nuovo volto della vitivinicoltura locale. La superficie vitata di 12 ettari è dedicata all’obbiettivo di recuperare e valorizzare i vitigni autoctoni: Verdeca, Bianco d’Alessano e Minutolo, varietà a bacca bianca; Susumaniello e Primitivo, varietà a bacca rossa.

    Le vigne sono posizionate da nord a sud, esposte al sole dall’alba al tramonto, in un ampia vallata collocata a 350 mt. s.l.m. A Vigna Cupa prospera il Bianco d'Alessano, varietà particolarmente resistente e adatta alla coltura nelle zone aride dei dossi collinari; se ne conosce la coltivazione nel territorio sin dal 1870. A Vigna Rampone cresce il Minutolo caratterizzato da acini piccoli e fragili, dalla polpa dolce con decise note aromatiche, la cui presenza qui risale all’antichità. A Vigna Faraone produce bene, nei terreni profondi delle lame, il vigoroso Verdeca, il vitigno più coltivato in Valle d’Itria, di origine incerta, di probabile provenienza greca e di ormai secolare coltivazione in Valle d’Itria.

    Oltre ai vini bianchi e agli Spumanti della Locorotondo DOC e della Valle d’Itria IGT, l’Azienda produce un rosato e un rosso ricavati dal Susumaniello (uno degli autoctoni più importanti del brindisino, importato dalla vicina Dalmazia), un Primitivo Tarantino IGP e passito realizzato da uve di Minutolo i cui grappoli vengono lasciati passire sulla pianta. La selezione massale, eseguita da personale altamente qualificato, unitamente alle condizioni pedo-climatiche (ventilazione costante, irraggiamento uniforme, giusta escursione termica, terreni rocciosi) particolarmente favorevoli, permette di vinificare uve uniche e produrre vini dalle caratteristiche organolettiche eccezionali.

    Con grande orgoglio l’Azienda è stata più volte premiata in passato dalla Selezione del Sindaco. L’edizione 2018 li ha insigniti della prestigiosa Medaglia d’Oro al Rampone 2017 (Valle d’Itria IGP, Minutolo 100%), autentica espressione di un territorio estremamente vocato unito a esperienza, intuizione e tradizione.

    News

    Città dell’Olio e Città del Vino insieme per lo sviluppo del turismo enogastronomico
    Città dell’Olio e Città del Vino insieme per lo sviluppo del turismo enogastronomico Firmato a Carpino (Fogg ...
    continua »
    La Città Europea del Vino 2019 parte da Montecitorio
    La ‘Città Europea del Vino 2019’ parte da Montecitorio.   Mercoledì 12 dicembre alla Camera dei ...
    continua »
    Da un'economia dei sistemi verso un ecosistema di attori individuali
    L’Italia preda di un sovranismo psichico: dopo il rancore (un tema già anticipato nel 2017), la cattiveria. Nell'ulti ...
    continua »