Società Agricola LA.DI. s.n.c.

  • Telefono: +39.085.8959110
  • Sitoweb: Società Agricola LA.DI. s.n.c.
  • Sede Amministrativa
    Via Colle Croce 64020 Morro D'Oro (Teramo) Italia
  • Descrizione

    Piccola azienda vitivinicola, condotta da quattro amici che sul finire degli anni ‘80 divennero casualmente colleghi di lavoro, si estende per circa 46 ettari di vigneto e 5 di oliveto, con annesso stabilimento enologico di 400 mq e una capacità produttiva che si aggira sui 4000 hl di vino.

    L’attività de La Quercia è improntata al rispetto per la natura nella convinzione che ciò sia fondamentale per ottenere un buon prodotto e per salvaguardare la salute dell’uomo e della fauna. Il logo scelto - un albero bellissimo, solido e longevo, resistente ad ogni tempesta - esprime la forza e il lavoro che in pochi anni hanno permesso di riscuotere sempre maggiori consensi sui mercati nazionali ed internazionali (Stati Uniti d'America, Europa centrale e del Nord, Giappone, Cina, Canada) a vini che conservano il riflesso dei luoghi di origine e delle loro caratteristiche più tipiche.

    A questo si aggiungono i tanti riconoscimenti, dall’Ecofriendly 2018 della Guida ViniBuoni d’Italia a The WineHunter Award 2018 per il PrimaMadre Cerasuolo D'Abruzzo DOC Superiore e il Mastrobono Montepulciano D’Abruzzo Colline Teramane DOCG, solo per citare i più recenti. Ma soprattutto la Gran Medaglia Oro che i giudici dell’edizione 2018 de La Selezione del Sindaco hanno attribuito al Mastrobono Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane DOCG Riserva, un vino da meditazione, strutturato, complesso nei profumi e nel corpo, ottimo compagno di piatti a base di carni rosse. Il tipo di vinificazione, tradizionale a temperatura controllata, prevede che l’uva raccolta manualmente venga pigiata entro le due ore successive e quindi messa a fermentare. A fine fermentazione tumultuosa, a contatto con le bucce, il vino prosegue la fermentazione lenta in serbatoi di acciaio, quindi è sfecciato e lasciato riposare per circa sei mesi al termine dei quali viene travasato nuovamente ed immesso in botti di legno di rovere di slavonia, dove avviene una normale maturazione ed una naturale micro-ossigenazione. Quindi messo in bottiglia ad affinare per minimo sei mesi. Una curiosità: il nome è un omaggio a Mastro Melchiorre Bono, scalpellino abruzzese, artista minore, poco noto e come tanti altri fondamentale nell’arricchimento del territorio … forse dimenticato, ma simbolo, per La Quercia, di amicizie, tradizioni, affetti ritrovati e amore per la terra natìa …

    News

    Comparto biologico in diretta streaming
    Comparto biologico protagonista ieri del consueto incontro tecnico organizzato quest'anno in modalità streaming, con due ap ...
    continua »
    Eroica: appuntamento al 2021
     L'Eroica 2020 di Gaiole in Chianti non si farà. La decisione è stata presa responsabilmente valutando la volon ...
    continua »
    Emilia Romagna da bere e da mangiare
    Alzano l’asticella della qualità le cantine dell’Emilia Romagna. A dirlo è la Guida “Emilia Romagn ...
    continua »