Associazione L’albero della vite

  • Telefono: 333 2026920
  • Fax: 0968 53119
  • Sede Amministrativa
    via G. Pinna 16 88046 Lamezia Terme (Catanzaro)

Il Territorio

  • PEC: sesto2004@tiscali.it

Amministratore

Nome
Saveria Sesto


Storia

L'Associazione organizza e promuove degustazione di vini, formazione assaggiatori di vino, visite in cantine e sul territorio per i soci e per enoappassionati , incontri con i produttori , incontri con gli studenti ed eventi di interesse enogastronomico, come la Premiazione delle Medaglie de La Selezione del Sindaco (luglio 2014), I vini passiti della Locride (13 dicembre 2014), I vini Novelli di Calabria (16 novembre 2014). 

Promuove inoltre progetti di educazione alimentare e al gusto e/o al consumo consapevole, come la Mostra delle uve ed analisi sensoriale delle uve rivolto agli studenti e il Progetto pilota di raccolta dei tappi di sughero a Lamezia Terme da destinare alla bioedilizia (Premio Creatività Unioncamere).

Informazioni Turistiche

Nel territorio si coltivano i vitigni autoctoni Gaglioppo, Nerello, Greco nero, Malvasia e Marcigliana, con i quali si producono la Doc Lamezia e l'Igt Valdamato. La forma tradizionale di allevamento della vite era l'alberello, oggi sostituito dal cordone speronato. In località Savutano e S. Sidero esistono vigneti storici di 40 anni. Rinomati sono l'Olio Lametia Dop, la Cipolla rossa di Tropea Igp, provole, ricotte e salumi. In cucina: pasta con le sarde, baccalà fritto con olive nere, pipi e patati, zuppa di ceci alla calabrese, fagioli con cipolla rossa di Tropea, frittata con cipolla, grispelle salate e dolci. La tradizione vuole che il primo ad assaggiare le grispelle sia il capo famiglia. Per il rito dell’uccisione del maiale si invitano parenti ed amici per mangiare insieme le frittole grasse, i bolliti in una grande pentola (a quadara), il fegato arrostito alla brace con i sottaceti della casa, olive schiacciate e abbondante vino rosso dell’anno. 

Da non mancare: il sito archeologico con Abbazia Benedettina, il Castello Normanno, il Museo archeologico, l'itinerario naturalistico (Parco Mitoio e Parco termale) e i laboratori di ceramica artigianale.

News

Da Gaiole a Matera: la cultura come unione, le diversità come ricchezze
Da Gaiole a Matera: la cultura come unione, le diversità come ricchezze   Importante riconoscimento della Fondazione ...
continua »
Vino: aperto bando per promozione in Paesi terzi
Il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato pubblicato il decreto riguardante la mi ...
continua »
Lotta alle agromafie per la Festa della Luce induista
Mercoledì 18 ottobre si celebrerà il Dipavali (Festa della Luce),  principale festa indù. In tale occasi ...
continua »