Comune di Aymavilles

  • Telefono: 0165 922800
  • Fax: 0165 922821
  • Sitoweb: Aymavilles
  • Sede Amministrativa
    Via Chef Lieu 1 11010 Aymavilles (Aosta)

Origine del nome

Il toponimo consiste in una parola composta dal personale germanico “Haimo” o “Aymo” e dal termine “villa” (città), con significato di ‘città di Aimo’. Inoltre, secondo la tradizione, si vuole identificare in Aimo, un certo “Caio Aimo” da Padova, oppure un “Aimus” che, con il suo compagno Avilius, avrebbe provveduto alla costruzione del Ponte di Pond’Ael. (fonte: www.araldicacivica.it)

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 2066
  • Altitudine: 640
  • Superficie: 53.24
  • Santo Patrono: Cristo Re
  • Codice ISTAT: 7008
  • Codice Catastale: A108
  • Prefisso: 165
  • PEC: protocollo@pec.comune.aymavilles.ao.it
  • Zona Sismica: 4
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2937
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Loredana Petey


Feste

Numerose le feste, sagre e manifestazioni in calendario. A novembre Aymavilles è tra i 52 Comuni della Valle d'Aosta che accendono i forni dei villaggi: in questa occasione si può gustare il pane nero della tradizione appena sfornato nel segno della convivialità e della cordialità. Ad Aymavilles sono molte le famiglie che allevano mucche e l'ambizione di ogni allevatore è avere una bovina particolarmente dotata da essere ammessa al “combattimento delle regine”. Una innata predisposizione al combattimento caratterizza, infatti, le mucche protagoniste della competizione, la cui superiorità si evidenza nel periodo di permanenza negli alpeggi in quota. Le regine seguono il loro istinto naturale che scatena la loro combattività per stabilire una gerarchia e, quindi, un diritto di precedenza nella scelta del pascolo migliore. Le regine di un pascolo, infatti, sono opposte a quelle di un altro pascolo in una competizione a livello regionale, dopo una serie di fasi eliminatorie. Condizioni indispensabili per l'ammissione alla finale sono la sanità delle mucche e il loro stato di gravidanza. Grattando con gli zoccoli il suolo, rotolandovisi o affondandovi il muso le bovine concorrenti marcano il territorio e lo scontro inizia quando una delle due mette in discussione lo spazio dell'altra. Prima di affrontarsi le regine si studiano con diffidenza, misurando le rispettive forze. L'attacco non avviene mai di sorpresa ed è quasi sempre frontale ma i risultati sono inaspettati. I premi per i vincitori sono dei grossi campanacci appesi a dei collari in cuoio riccamente lavorati ma la soddisfazione più grande per un allevatore è avere la regina, il cui valore commerciale sale sempre più su.

Informazioni Turistiche

Aymavilles è l'ultimo dei 74 comuni della Regione Autonoma Valle d'Aosta. Si estende, con una superificie di 53,41 Km2, sulla destra orografica della Dora Baltea, da 604 m/s.l.m. ai 3968 della Grivola, la sua montagna più alta. Il suo territorio si può divedere in quattro fasce: la "piana", ove sono posti la maggior parte dei nuclei abitati, ricoperta di vigneti e frutteti; i terrazzi di Ozein e Turlin, una volta coltivati a cereali; la stretta valle della Grand-Eyviaz, dalla confluenza con la Dora fino ai confii di Cogne; la zona degli alti pascoli montani. Situato alle porte del Parco Nazionale Gran Paradiso, offre al visitatore vedute panoramiche e paesaggi di grande bellezza. Tre i villaggi da vedere: Ozein, Vieyes, Sylvenoire (da quest'ultimo si ha una bella veduta del Monte Bianco). Il castello è tra i monumenti più caratteristici del paese, ma non manca la possibilità di ammirare altre testimonianze della storia, dell'arte e dell'archeologia della Valle d'Aosta, di percorrere passeggiate sul fondovalle gustando l'alternarsi di radure, boschi e coltivazioni e di affrontare itinerari sportivi (trekking, mountain bike, sci alpiismo, rafting). Le miniere di Pompio, oggi abbandonate, sono l'habitat per eccellenza dei pipistrelli in Valle d'Aosta: è qui che diverse specie di chirotteri trovano rifugio, ibernandosi e riproducendosi: il sito, insieme al Castello di Aymavilles in cui per diversi anni una colonia di Myotis myotis ha trovato il luogo adatto alla riproduzione, è riconosciuto come sito di interesse comunitario.

 

Denominazioni collegati

Valle d'Aosta

Valle d'Aosta

Regione di riferimento: Valle d'Aosta
Enoregione: VALLE D'AOSTA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Villeneuve, Comune di Nus, Comune di Morgex, Comune di Donnas, Comune di Chambave, Comune di Aymavilles, Comune di Arvier

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc valle d aosta o vallee d aoste

News

Ville e Paesaggi
Il prossimo 4 maggio alle ore 16,00 presso l'Aula 10V del Castello del Valentino in Viale Mattioli 39 a Torino, si svolgerà ...
continua »
9ª Giornata dell’Archeologia Sperimentale
Sabato 6 maggio dalle ore 17.00 ad Ardauli (Casa Tatti) si svolgerà la “IX Giornata dell’Archeologia Sperimenta ...
continua »
Nemi Borgo di Vino 2017 nei Castelli Romani
Sabato 20 e domenica 21 maggio la città di Nemi, nel cuore dei Castelli Romani, ospiterà la terza edizione di HYPERL ...
continua »