Comune di Manduria

  • Telefono: 099 9702111
  • Fax: 099 9712097
  • Sitoweb: Manduria
  • Sede Amministrativa
    Piazza Garibaldi 74024 Manduria (Taranto)

Origine del nome

Il toponimo potrebbe derivare dall'indoeuropeo mandus che significa "cavalli" (i messapi erano abili allevatori di cavalli) o molto più probabilmente l'etimologia della parola ricorda mand-Uria cioè avanti a Oria, città confinante con Manduria e capitale politica della Dodecapoli messapica (secondo questo filone di pensiero Manduria rappresentava un avamposto tra il centro messapico e la nemica Taranto).

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 30795
  • Altitudine: 79
  • Superficie: 180.41
  • Santo Patrono: Santo Gregorio Magno
  • Codice ISTAT: 73012
  • Codice Catastale: E882
  • Prefisso: 99
  • PEC: ufficiosegreteria.comunemanduria@pec.rupar.puglia.it
  • Zona Sismica: 4
  • Zona Climatica: C
  • Gradi Giorno: 1174
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Roberto Leonardo Massafra


Storia

Fondata dai Messapi, porta ancora numerose testimonianze del suo antico passato, tra le quali le mura megalitiche, circondate dai resti del fossato che circondava la città, e la necropoli. Affrontò varie guerre con la vicina Taranto, durante una delle quali trovò la morte Archidamo III nel 338 a.C., re di Sparta, alleato dei Tarantini. Manduria intorno al 260 a.C. entrò a far parte dei domini di Roma assieme agli altri centri del Salento. Durante la discesa di Annibale in Italia, Manduria si schierò tra le città ribelli a Roma e per questo la repressione fu molto dura: le fonti storiche riferiscono della deportazione di migliaia di uomini. A Manduria vi passava la via Traiana o via Sallentina. Strada romana che iniziava dalla via Appia nei pressi di Taranto, giungeva a Manduria e si dirigeva ad Avetrana, Nardò, Alezio, Ugento per terminare ad Otranto. Era larga almeno 4 metri e lastricata. Sulla Tavola Peutingeriana oltre al tracciato si leggevano anche le distanze in miglia: "Taranto XX Manduris XXIX Neritum" (20 miglia tra Taranto e Manduria e 29 miglia tra Manduria e Nardò). Distrutta nei secoli successivi dai Saraceni, venne rifondata nell'XI secolo con il nome di Casalnuovo, occupando solo parzialmente la vecchia città di Manduria ed espandendosi verso occidente, lasciando inedificata la zona orientale già destinata all'antica necropoli. La cittadina di Casalnuovo in Terra d'Otranto fu infeudata alla famiglia Hugot (dal 1339), alla quale successero i De Tremblay (XV secolo) e quindi i De Raho, i Montefuscoli, i Dentice, i Castromediano, i Bonifacio, i Borromeo, i Chyurlia ed infine gli Imperiali di Francavilla, che la tennero sino alla fine del secolo XVIII. Con decreto reale del 17 novembre 1789 Ferdinando I di Borbone, re delle Due Sicilie, le restituì il suo antico nome di Manduria. Il 4 febbraio 1895 Umberto I re d'Italia, concesse al comune di Manduria il titolo di città. Lo stesso anno il comune deliberava che una lapide murata sotto l'arco di Porta Napoli ricordasse le date memorabili della città.  (fonte: it.wikipedia.org)

Feste

Durante la seconda settimana di marzo c'è la Fiera Pessima, fiera campionaria generale regionale che affonda le sue radici nel XIV-XV secolo. A seguire si svolge la spettacolare Processione penitenziale che parte dal Santuario di S. Pietro in Bevagna per raggiungere il paese, con i fedeli che trasportano grossi tronchi d'albero sulle spalle e il ritratto miracoloso del principe degli Apostoli per invocare l’arrivo della pioggia nei periodi di siccità. Importante anche la tradizionale Festa di San Gregorio, a settembre, perché coincide con le fasi preparatorie della vendemmia.

Informazioni Turistiche

Numerose le testimonianze del suo passato come la triplice cerchia di mura megalitiche, il sito “”Li Castelli” e il Parco archeologico con la grande necropoli, il Fonte Pliniano e la Chiesa di San Pietro Mandurino. Tra le stradine strette e contorte del centro storico si trovano la Collegiata o Chiesa Madre (XV sec.) con le volte delle piccole navate laterali d'influsso catalano e il bellissimo pulpito ligneo del 1608, il Ghetto Ebraico di epoca medievale, la Torre dell'Orologio, il settecentesco Palazzo Imperiali-Filotico costruito sui ruderi di un castello. Tra gli itinerari culturali e turistici segnaliamo le torri di avvistamento, le dune costiere, la Salina dei Monaci (area naturale protetta con fenicotteri) e i Boschi Cuturi e Rosamarina. Da qui passa la Strada dei Vini DOC Primitivo di Manduria e Lizzano, un itinerario che da Taranto si snoda nell'entroterra, sulle orme delle antiche civiltà che si sono succedute e mescolate nei secoli lasciando testimonianze storiche, artistiche e religiose che si alternano ai caratteristici insediamenti rurali.  Situata sulle Murge Tarantine, Manduria gode di un clima tipicamente mediterraneo, con estati piuttosto calde, lunghe e secche, appena mitigate dal vento prevalentemente di scirocco, e inverni particolarmente miti, che favoriscono la produzione della celebre omonima doc. Da non mancare una visita al Museo della civiltà del Vino Primitivo che ospita una ricca galleria di reperti e manufatti collocabili tra la seconda metà dell’‘800 e i primi del ‘900 e a diversi documenti originali, come un editto di Ferdinando I di Borbone del 1823. Sotto le ottocentesche volte a stella e nelle cisterne oggetti di vita quotidiana e attrezzi da lavoro del contadino di un tempo narrano la storia sociale e l’economia agraria di queste zone, mentre l’esposizione cronologica di vetusti torchi (ce n'è uno su base in pietra del XVIII sec.), contenitori di mosti e vini, macchinari ed attrezzature testimoniano l’evoluzione della tecnologia nei campi della vinificazione e dell’enologia.

Denominazioni collegate

Salento

Salento

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA, SALENTO
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di San Pancrazio Salentino, Comune di San Donaci, Comune di Novoli, Comune di Manduria, Comune di Galatina, Comune di Cellino San Marco, Comune di Carosino, Comune di Brindisi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Salento

Aleatico di Puglia

Aleatico di Puglia

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA, SALENTO, TAVOLIERE, TERRA DI BARI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di San Severo, Comune di San Pancrazio Salentino, Comune di San Donaci, Comune di Orta Nova, Comune di Novoli, Comune di Martina Franca, Comune di Manduria, Comune di Locorotondo, Comune di Lizzano, Comune di Galatina, Comune di Cellino San Marco, Comune di Carosino, Comune di Brindisi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc aleatico di puglia

Puglia

Puglia

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA, SALENTO, TAVOLIERE, TERRA DI BARI
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di San Severo, Comune di San Pancrazio Salentino, Comune di San Donaci, Comune di Orta Nova, Comune di Novoli, Comune di Martina Franca, Comune di Manduria, Comune di Locorotondo, Comune di Lizzano, Comune di Galatina, Comune di Cellino San Marco, Comune di Carosino, Comune di Brindisi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Puglia

Primitivo di Manduria Dolce Naturale

Primitivo di Manduria Dolce Naturale

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di Manduria, Comune di Lizzano, Comune di Carosino

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg primitivo di manduria dolce naturale

Negroamaro di Terra d'Otranto

Negroamaro di Terra d'Otranto

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA, SALENTO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di San Pancrazio Salentino, Comune di San Donaci, Comune di Novoli, Comune di Manduria, Comune di Galatina, Comune di Cellino San Marco, Comune di Carosino, Comune di Brindisi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc negroamaro di terra d otranto

Primitivo di Manduria

Primitivo di Manduria

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Manduria, Comune di Lizzano, Comune di Carosino, Comune di Sava

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc primitivo di manduri

Terra d'Otranto

Terra d'Otranto

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA, SALENTO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di San Pancrazio Salentino, Comune di San Donaci, Comune di Novoli, Comune di Manduria, Comune di Galatina, Comune di Cellino San Marco, Comune di Carosino, Comune di Brindisi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc terra d otranto

Tarantino

Tarantino

Regione di riferimento: Puglia
Enoregione: MESSAPIA E VALLE D'ITRIA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Sava, Comune di Manduria, Comune di Carosino

Enti Interessati
mostra/nascondi

Tarantino

News

Vendemmia  Primitivo: bassa resa ma di ottima qualità
“Una vendemmia contenuta dal punto di vista della quantità ma che si riscatta in pieno per la qualità eccezion ...
continua »
Roma incontra il Primitivo di Manduria
Quando  Lunedì 30 settembre 2019 Seminario: dalle 19.00 alle 20.00Degustazione: dalle 20.00 alle 23.00   ...
continua »
Roma incontra il Primitivo di Manduria
Le aziende del Primitivo di Manduria fanno squadra e si danno appuntamento a Roma per una grande degustazione promossa dal Consorz ...
continua »