Comune di Montespertoli

  • Telefono: 0571 6001
  • Fax: 0571 609760
  • Sitoweb: Montespertoli
  • Sede Amministrativa
    Piazza del Popolo 1 50025 Montespertoli (Firenze)

Origine del nome

L'origine del nome è molto incerta mancando documenti di una certa attendibilità riguardo l'etimologia che figura differente nei vari documenti in cui si trova scritta: Mons Sipertuli, Mons Expertulus, Montispetuli, Montisipertuli, Montespertori. Il, Repetti precisa che la località avrebbe dovuto chiamarsi Mons Sighipertuli secondo un antico documento dell'XI secolo, secondo altri potrebbe derivare da Montis Petri apostoli in ricordo del supposto passaggio da queste parti dell'apostolo Pietro. Comunque in documenti intorno al Mille si trova sempre il nome di Montispertuli o Montesipertuli, così tra le Carte di Passignano in un atto del 1083 si legge essere rogato in “Montispertuli, judicaria florentina” ed in un altro, di pochi mesi posteriore, si stabiliva la denominazione da parte di Ugo l'Ildebrando a Benzo Causidico di alcune terre situate in Monte Sipertuli. 

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 13302
  • Altitudine: 257
  • Superficie: 124.97
  • Ettari Vitati: 2047
  • Santo Patrono: Sant'Andrea
  • Codice ISTAT: 48030
  • Codice Catastale: F648
  • Prefisso: 571
  • PEC: comunemontespertoli@postacert.toscana.it
  • Zona Sismica: 3S
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2158
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Giulio Mangani


Storia

Il territorio dell'odierno Comune di Montespertoli ebbe in passato, sicuramente già in epoca etrusca, un ruolo di rilievo per il suo assetto viario che permetteva a Firenze di svolgere i suoi commerci in direzione di Volterra e Siena tramite la Via Volterrana che attraversava praticamente da nord a sud il territorio di Montespertoli e si collegava con la Via Francigena all'altezza di Certaldo. Gli insediamenti della nobiltà si sono distribuiti fin dall'Alto Medio Evo lungo questa strada: fra i più significativi era il Castello degli Ormanni presso Montegufoni, distrutto nel 1135 da Firenze. Altre informazioni.

Feste

58a Mostra del Chianti (30 maggio–7 giugno); A veglia sulle aie di Montespertoli (giugno-settembre); Sagra del Bombolone e Frittelle (8-15-22 marzo); Festa di' Baccello (maggio); Sagra del Cinghiale (12-13-14 giugno - 19-20-21 giugno); Sagra di' Lampredotto (1-3 giugno); Madia dei Sapori (9 luglio); Rievocazione storica della battitura (2 agosto); Festival musicale "Amedeo Bassi" (agosto); Sagra della Pappardella (20-30 agosto); Festa della Birra (5-6 settembre); Sagra della Ranochiocciola (4-5-6 settembre - 11-12-13 settembre); Sagra della Schiacciata con l'Uva (ottobre); Festa per il Vino novello e PaneOlio (dal 1° all’8 novembre).
Il mercato settimanale si svolge il martedì; il sabato mattina "mercagas" in Piazza del Popolo, il mercato dei gruppi di acquisto solidale.
Festa patronale: Sant’Andrea, 30 novembre.

Informazioni Turistiche

COSA VEDERE
Nel territorio, alcuni castelli - privati - testimoniano la presenza di famiglie nobili sin dal Medio Evo. Il Castello di Poppiano, già della famiglia Guicciardini dal sec. XIII. Dopo il terremoto del 1811, interventi di restauro hanno riedificato le due torri originarie. Il Castello di Montegufoni, sorto sul sito del castello degli Ormanni (distrutto da Firenze nel 1135), appartenne alla famiglia degli Acciaioli, ricchi mercanti fiorentini. Il Castello di Montespertoli - oggi Villa Sonnino - apparteneva alla famiglia ghibellina dei Signori di Montespertoli; con l'estinzione della famiglia passò alla famiglia Machiavelli che già possedeva quasi due terzi del territorio di cui arricchì con donazioni di opere d'arte la maggior parte delle chiese.
L'antica Pieve di San Pietro in Mercato fu consacrata nel 1057 e mantiene tratti romanici e caratteristiche feudali tra cui la torre merlata. Nel sec. XIV divenne sede del Podestà e di una lega che si formò dall'unione di tre pivieri (San Pietro in Mercato, San Pancrazio e Coeli-Aula) avente come insegna le chiavi unite della chiesa di San Pietro, il giglio simbolo della dipendenza da Firenze e la stella testimonianza dell'autorità dei conti Alberti. L'interno, di impianto basilicale con tre navate e tre absidi, conserva un fonte battesimale a immersione di forma esagonale, ornato da intarsi di marmi multicolori (secc. XI-XII).
Nel capoluogo di particolare interesse: Piazza Machiavelli con la Chiesa di San Andrea (che ospita il fonte battesimale proveniente dalla Pieve di Coeli Aula e il trittico di Niccolò di Pietro Gerini e del Maestro della Misericordia, recentemente restaurato), il Palazzo detto “degli Orologi” con la torre dell'orologio e la torre con la rosa dei venti, la cappella della Misericordia e il “Pozzo”.

ITINERARI NATURALISTICI
“Dolce Campagna, Antiche, Mura”, un percorso trekking che tocca tutte le principali zone, ville, castelli, chiese ecc. e che coinvolge, in un unico anello, i comuni di Castelfiorentino, Certaldo, Gambassi Terme, Montespertoli, San Gimignano e Volterra. Il nostro Comune è caratterizzato da 4 anelli.
L’itinerario “la Via di Castiglioni”, è una iniziativa che ha realizzato il comune di Montespertoli nel 2001, che si svolge tra le colline della Val di Pesa. Attraverso un percorso di osservazione del paesaggio della campagna toscana, l’obiettivo della percorrenza è quello di guidare il visitatore alla conoscenza del territorio, della sua storia e delle sue trasformazioni ha conosciuto nel corso del tempo, in relazione all'uso che ne hanno fatto le varie comunità umane che lo hanno abitato, fino ad assumere l’aspetto attuale. Queste belle colline sono state infatti intensamente sfruttate nei secoli, condizionando e costruendo il paesaggio con i poderi, i sistemi di organizzazione agraria del ‘700 e ‘800, ma anche con le pievi, gli oratori, i castelli  e le ville del Medioevo e del Rinascimento. L’itinerario è stato pensato come una sorta di museo all’aperto: il visitatore troverà direttamente sul percorso tutto il materiale informativo utile per orientarsi nel paesaggio che lo circonda e per svolgere la visita autoguidata dei monumenti: 3 pannelli di osservazione, che permettono di orientarsi nel paesaggio e di riconoscere elementi antichi e moderni e 9 cassettine in cui sono contenute delle schede plastificate, in tre lingue, che illustrano le caratteristiche del territorio e del paesaggio nel punto in cui ci si trova.
L’Itinerario coinvolge il visitatore nella scoperta degli indizi relativi a tre paesaggi:
- quello delle ville romane, le aziende agricole realizzate fra la metà del I sec. a.C. e la fine del II sec.d.C.
- quello del sistema delle Chiese nel periodo medievale e rinascimentale;
- quello mezzadrile, definitosi a partire dal ‘700, legato in particolare alla presenza di una importante azienda agricola, sulla cui proprietà l’itinerario si sviluppa per la sua maggior parte, e di cui sono visibili le case coloniche pertinenti a diversi poderi.
L’itinerario si svolge lungo la via di crinale fra Castiglioni e Montegufoni. Il percorso è breve: è una piccola passeggiata di poco più di 2 Km che non presenta difficoltà. A piedi, con sosta presso tutti i punti informativi previsti può richiedere mezza giornata, 4-5 ore circa. Cartelli direzionali marroni indicano il percorso che si può fare a piedi, in bicicletta o anche in auto. Il percorso non ha comunque un ordine obbligato di percorrenza: quindi si può scegliere tra i punti dell’itinerario anche solo quelli che interessano di più.

Museo della Vite e del Vino c/o Centro per la Cultura del Vino “I lecci” - www.lecciculturadelvino.it - info@lecciculturadelvino.it.
Tel. 0571606068 Via Lucardese 74. Orario invernale, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00; sabato dalle 15,00 alle 18,00; domenica e festivi dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00.

Museo di Arte Sacra di Montespertoli
La sua sede è la canonica di San Piero in Mercato, una tra le più antiche della Toscana. Negli stessi ambienti troviamo opere diverse quali dipinti, sculture, oreficerie, arredi, che provengono da chiese che appartenevano allo stesso piviere. I pivieri erano antiche giurisdizioni ecclesistiche a cui afferivano le diverse chiese del territorio. Nella sala gialla eccelle la gemma del museo: la Madonna col Bambino di Filippo Lippi.
Via San Piero in Mercato (orario invernale) sabato dalle 15,00 alle 18,00; domenica e festivi dalle 10,00 alle 12 e dalle 15,00 alle 18,00.

Museo Amedeo Bassi. Il museo dedicato al tenore Amedeo Bassi (Montespertoli 1872 – 1949) ha sede nei locali di Piazza Machiavelli 13 debitamente ristrutturati, siti nel centro storico del capoluogo ed aperti al pubblico il 30 novembre scorso.
Il Museo contiene la collezione dei cimeli del tenore donati all'Amministrazione dagli eredi e da appassionati a partire dagli anni Ottanta.
Piazza Machiavelli 13 (orario gennaio/marzo), martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9,30 alle 12,30; venerdì 10,00 – 12,00 / 16,00 – 18,00; sabato, domenica e festivi 10,00 – 12,00 /15,00 – 18,00. Tel. 0571600255.

Il Parco – Museo Arte nel Chianti è una collina d’artista con installazioni site specific. Un interessante esempio di sostenibilità ambientale rappresentato da una ventina di realtà artistiche diverse e unite nell’intento di portare l’arte fuori dagli abituali circuiti del turismo per valorizzare il territorio toscano e l’arte locale attraverso un contatto più ravvicinato con le opere del parco nel quale e per il quale sono state create. Il Parco, ubicato in Via Ripa a Montespertoli, vede esposte le opere di Riccardo Biondi, Gloria Campriani, Anne & Mario Daniele, Luca De Silva, Marina Faggioli, Ignazio Fresu, Caroline Gallois, Luca Giotti, Cristina Gozzini, Marco Lituani, Andrea Marini, Gerardo Mugnai, Maurizio Mauri, Alberto Morelli, Eraldo Ridi, Carlo Sain, Riccardo Saltini, Alessandro Secci, Serena Tani, Stefano Turrini, Ivano Vitali
Il Parco è visitabile tutti i giorni dall’alba al tramonto solo su prenotazione e ad ingresso libero: contattare Maurizio Mauri al n. 338 4680826 – artenelchianti@gmail.com

Il Comune fa parte della Strada del Vino Chianti Montespertoli; dell'Associazione Città del Tartufo; Enoteca Italiana; Strada della Ceramica; Unione dei Comuni del Circondario dell’Empolese Valdelsa.

INFORMAZIONE TURISTICA: Piazza Machiavelli 13 (orario gennaio/marzo), martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9,30 alle 12,30; venerdì 10,00 – 12,00 / 16,00 – 18,00; sabato, domenica e festivi 10,00 – 12,00 /15,00 – 18,00.
Tel. 0571600255  e-mail touristofficemontespertoli@gmail.it.

PERSONAGGI
Bartolomeo Intieri, amministratore (Montespertoli 1678 - Napoli 1757); preposto alle tenute napoletane dei Corsini e quindi dei Medici, inventò e perfezionò strumenti pratici per l'agricoltura, come la stufa per grani (Della perfetta conservazione del grano, 1754, erroneamente attribuita a F. Galiani). Fu amico di Galiani e di A. Genovesi, divenuto ricco, dotò Napoli della prima cattedra europea di economia e commercio (1754), ottenendo che fosse assegnata a Genovesi e che, dopo di lui, l'insegnamento fosse riservato a laici o preti - restandone esclusi i religiosi regolari - e fosse impartito in lingua italiana.
Sidney Sonnino, politico (Pisa 1847 – Roma 1922). Barone, nato in una nobile famiglia è stato Ministro delle Finanze e Ministro del Tesoro del Regno d'Italia dal 1893 al 1896, riportò il bilancio dello Stato al pareggio e si oppose alla dispendiosa politica aggressiva di Francesco Crispi in Etiopia.
E' stato Presidente del Consiglio dei Ministri dall'8 febbraio al 29 maggio 1906 e dall'11 dicembre 1909 al 31 marzo 1910. Nel 1914 divenne Ministro degli Esteri; alla Conferenza di Pace di Parigi (1919), partecipò alle trattative rivendicando per l’Italia i territori promessi dal Patto di Londra contro la posizione degli Stati Uniti. Si occupò molto delle problematiche della classe contadina sostenendola.
Presso la Villa Sonnino è custodito l'archivio Sonnino.
Amedeo Bassi, tenore (Montespertoli 1872 – Firenze 1949), di umili origini, Bassi studiò canto nella vicina Firenze alla scuola privata del marchese Corrado Pavesi - Negri. Tenore lirico spinto, voce solida, registro acuto e dal fraseggio incisivo, Bassi si affermò rapidamente agli inizi del Novecento come uno dei più celebri interpreti del repertorio dell'opera verista italiana, partecipando tra l'altro alla prima rappresentazione di numerose opere. Ha contato nei maggiori teatri del mondo.
Amerigo Guasti, attore (Montespertoli 1872– Busto Arsizio 1926), è stato un attore di teatro e cinema attivo tra il 1890 e il 1926. Dopo aver lavorato come marinaio per un breve periodo, s'iscrive alla Regia Scuola di Recitazione "Tommaso Salvini" di Firenze, istituto diretto da Luigi Rasi, ed esordisce nel teatro nel 1890. I suoi ruoli furono soprattutto dei personaggi brillanti, che Guasti li interpretò con una sobrietà piuttosto rara negli attori dello stesso genere di quel periodo. Ebbe anche alcune esperienze cinematografiche tra il 1914 e il 1917.
Cino Cinelli, ciclista e imprenditore (Montespertoli 1916 – Montepulciano 2001), è stato un noto ciclista professionista tra il 1937 ed il 1944, vinse tre tappe al Giro d'Italia - due nel 1938 e una nel 1939 - il Giro di Lombardia nel 1938, la Milano-Sansemo nel 1943 e una Tre Valli Varesine. Corse per la Frejus, la Bianchi e la Benotto-U.S. Azzini, distinguendosi come passista veloce. Nel 1944 interrompe la carriera agonistica e intraprende la sua attività imprenditoriale a Milano finalizzata alla produzione di componenti e di biciclette da corsa su misura, famose in tutto il mondo.
Lorenzo Milani, don Lorenzo Carlo Domenico Milani Comparetti (Firenze 1923 – Firenze 1967) è stato un presbitero, insegnante, scrittore ed educatore. Figura controversa della Chiesa cattolica negli anni cinquanta e sessanta, discepolo di don Giulio Facibeni, viene ora considerato una figura di riferimento per il cattolicesimo socialmente impegnato per il suo impegno civile nell'istruzione dei poveri, la sua difesa dell'obiezione di coscienza e per il valore pedagogico della sua esperienza di maestro.
Alcune delle persone, all'epoca ragazzi, da lui seguiti si impegnarono a loro volta nei sindacati o nella politica, come ad esempio Francesco Gesualdi, autore delle principali guide italiane al consumo critico e fondatore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo.
Mario Mariotti, artista (Montespertoli 1936 – Firenze 1997). Cresciuto nel popolare quartiere di Santo Spirito a Firenze, a contatto con le botteghe artigiane che lo animano, alla fine degli anni sessanta fonda, con alcuni artisti sperimentali, lo spazio autogestito “Zona”. Sensibile ai temi politici e civili, in occasione del referendum sul divorzio (1974) proietta un grande “No” sulla cupola di Santa Maria del Fiore. Per tutti gli anni '80 e '90 animerà le piazze d'Oltrarno e il fiume con alcune delle operazioni artistiche e culturali più suggestive della seconda metà del XX secolo, cui chiama a partecipare gli artisti amici, gli studenti, i residenti del quartiere.
L'attività artistica di Mariotti fu anche un modo per riflettere sul tema della città, sulle difficoltà della crescita incontrollata, sul degrado, temi, tutti questi, trattati sempre dall'artista con leggerezza e ironia.

PUBBLICAZIONI
Gianfranco Molteni – Carlo Viti “Montespertoli, il Museo della vite e del vino” 2004, Gli Ori – Prato, pag. 132, € 10,00;
Riccardo Buti “La vite e il vino nel Comune di Montespertoli, tracce storiche economiche e sociali di una attività produttiva in un comune del territorio fiorenitno” 1996, Grafiche Zanini – Castelfiorentino, pag. 168, € 8,00;
Rosanna Caterina Proto Pisani – Antonella Nesi “Il Museo di Arte Sacra a Montespertoli” 1995, Becocci Scala – Arti Grafiche “Stampa Nazionale – Calenzano/Firenze, pag. 80, € 8,00;
Giulio Cesare Bucci “La misteriosa Rocca o Castellaccio dei Machiavelli a Montespertoli” 2005, Tipografia It-Comm – Firenze, pag. 24, € 1,00;
Ilaria Alfani – Marzio Cresci – Laura Dainelli “La Via di Castiglioni, un itinerario nel paesaggio” 2001, Arti Grafiche Nencini – Poggibonsi, pag.- 192, € 8,00;
Rassana Ragionieri – Paola Zingoni “Emozioni al Museo, il Museo di Arte Sacra di Montespertoli” 2001, Grafiche Pacini Editore – Ospedaletto – Pisa, pag. 64, € 5,00;
Andrea Cecconi – Piero Cuccuini – Antonella Nesi “Il territorio di Montespertoli, note di storia e d'arte” 1981, Edizioni Sigla Srl - Firenze, pag. 192.
Paolo Gennai – Luca Ranfagni – Leonardo Terreni “Quando il Paesaggio si fa Museo” 2013, Nidiaci Grafiche – Certaldo, pag. 96, € 5,00.
Paolo Gennai – Andrea Pestelli – Guido Romagnoli – Alberto Viani “Acqua e paesaggi della memoria a Montespertoli” 2014, Nidiaci Grafiche – Certaldo, pag. 176.

Denominazioni collegate

Toscano o Toscana

Toscano o Toscana

Regione di riferimento: Toscana
Enoregione: APUANE, LUNIGIANA E LUCCHESIA, BOLGHERI E COSTA DEGLI ETRUSCHI, CHIANTI CLASSICO, COLLINE ARETINI E VALDICHIANA, COLLINE FIORENTINE E CARMIGNANO, MAREMMA TOSCANA, MONTALCINO E TERRE DI SIENA, TERRE DI MONTEPULCIANO E ORCIA, TOSCANA CENTRALE E SAN GIMIGNAN
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Vinci, Comune di Terricciola, Comune di Terranuova Bracciolini, Comune di Suvereto, Comune di Siena, Comune di Scarlino, Comune di Scansano, Comune di San Vincenzo, Comune di San Gimignano, Comune di San Casciano dei Bagni, Comune di Rufina, Comune di Rapolano Terme, Comune di Radda in Chianti, Comune di Poggibonsi, Comune di Pitigliano, Comune di Piombino, Comune di Peccioli, Comune di Murlo, Comune di Montespertoli, Comune di Montescudaio, Comune di Montepulciano, Comune di Montecarlo, Comune di Monte San Savino, Comune di Montalcino, Comune di Massa Marittima, Comune di Grosseto, Comune di Gavorrano, Comune di Gaiole in Chianti, Comune di Cortona, Comune di Colle di Val d'Elsa, Comune di Cinigiano, Comune di Chiusi, Comune di Cetona, Comune di Castiglione della Pescaia, Comune di Castiglione d'Orcia, Comune di Castelnuovo Berardenga, Comune di Castellina in Chianti, Comune di Castel del Piano, Comune di Castagneto Carducci, Comune di Carmignano, Comune di Capannori, Comune di Capalbio, Comune di Campiglia Marittima, Comune di Campagnatico

Enti Interessati
mostra/nascondi

Toscano o toscana

Chianti

Chianti

Regione di riferimento: Toscana
Enoregione: COLLINE FIORENTINE E CARMIGNANO, COLLINE ARETINI E VALDICHIANA, MONTALCINO E TERRE DI SIENA, TERRE DI MONTEPULCIANO E ORCIA, TOSCANA CENTRALE E SAN GIMIGNANO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Terricciola, Comune di Terranuova Bracciolini, Comune di Siena, Comune di San Gimignano, Comune di San Casciano dei Bagni, Comune di Rufina, Comune di Rapolano Terme, Comune di Poggibonsi, Comune di Peccioli, Comune di Murlo, Comune di Montespertoli, Comune di Montepulciano, Comune di Monte San Savino, Comune di Montalcino, Comune di Colle di Val d'Elsa, Comune di Chiusi, Comune di Cetona, Comune di Castelnuovo Berardenga, Comune di Carmignano, Comune di Vinci

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg chianti

Vin Santo del Chianti

Vin Santo del Chianti

Regione di riferimento: Toscana
Enoregione: COLLINE FIORENTINE E CARMIGNANO, COLLINE ARETINI E VALDICHIANA, MONTALCINO E TERRE DI SIENA, TERRE DI MONTEPULCIANO E ORCIA, TOSCANA CENTRALE E SAN GIMIGNANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Terricciola, Comune di Terranuova Bracciolini, Comune di Tavarnelle Val di Pesa, Comune di Siena, Comune di San Gimignano, Comune di San Casciano dei Bagni, Comune di Rufina, Comune di Rapolano Terme, Comune di Poggibonsi, Comune di Peccioli, Comune di Murlo, Comune di Montespertoli, Comune di Montepulciano, Comune di Monte San Savino, Comune di Montalcino, Comune di Colle di Val d'Elsa, Comune di Chiusi, Comune di Cetona, Comune di Castelnuovo Berardenga, Comune di Carmignano, Comune di Vinci

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc vin santo del chianti

Colli dell'Etruria Centrale

Colli dell'Etruria Centrale

Regione di riferimento: Toscana
Enoregione: CHIANTI CLASSICO, COLLINE ARETINE E VALDICHIANA, COLLINE FIORENTINE E CARMIGNANO, MONTALCINO E TERRE DI SIENA, TERRE DI MONTEPULCIANO E ORCIA, TOSCANA CENTRALE E SAN GIMIGNANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Terricciola, Comune di Terranuova Bracciolini, Comune di Tavarnelle Val di Pesa, Comune di Siena, Comune di San Gimignano, Comune di San Casciano dei Bagni, Comune di Rufina, Comune di Rapolano Terme, Comune di Poggibonsi, Comune di Peccioli, Comune di Murlo, Comune di Montespertoli, Comune di Montepulciano, Comune di Monte San Savino, Comune di Montalcino, Comune di Colle di Val d'Elsa, Comune di Chiusi, Comune di Cetona, Comune di Vinci, Comune di Castelnuovo Berardenga, Comune di Carmignano

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc colli dell etruria centrale

News

Cordoglio per la morte di Mauro Marconcini
L'Associazione Nazionale Città del Vino esprime profondo cordoglio alla famiglia e a tutta la comunità di Montespert ...
continua »
 60a edizione della Mostra del Chianti
“I 60 anni sono un traguardo importante. Una manifestazione che è tra le più antiche d’Italia per quanto ...
continua »
Calici di Stelle a Montespertoli
Degustazione il 10 agosto, dalle ore 20 alle ore 24, dei prodotti tipici abbinati con i vini di Montespertoli (Firenze); duran ...
continua »