Comune di Neoneli

  • Telefono: 0783 67747
  • Fax: 0783 67764
  • Sitoweb: Neoneli
  • Socio dall'anno: 2014
  • Sede Amministrativa
    Via Roma, 83 9080 Neoneli (Oristano)

Origine del nome

Dai resti ritrovati di villa di Leunelli (Neunelli).

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 680
  • Santo Patrono: San Pietro Martire - 29 giugno
  • PEC: protocollo@pec.comune.neoneli.or.it
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Salvatore Cau


Storia

Il periodo precedente al Basso Medioevo è caratterizzato dall'assenza di qualsiasi fonte scritta. Solo successivamente si inizia a cogliere nei documenti la scarna menzione di una villa di Leunelli (Neunelli). Fra il Tre e il Quattrocento parrebbe documentato un sito fortificato (turris) a Monte Santo in mano ai Giudici d'Arboreae, successivamente, ai marchesi di Oristano. Dall'atto dell'investitura di Neoneli nell'ambito del Barigadu al Marchese di Oristano Leonardo Cubello nel 1412 fino al 1839 si sviluppa la storia feudale del centro che fra il 1774 e il 1839 diede luogo al titolo di marchesato di Neoneli. La documentazione scritta dell'età feudale è scarsissima sino al secolo XVII, allorquando inizia la serie dei Quinque libri, che illuminano la comuinità neonelese sotto il profilo ecclesiastico ed in genere sociale. Dal 1764 principia invece la serie documentale dell'archivio storico del Comune, che incorpora anche gli atti della Curia Feudale del marchesato di Neoneli.

Feste

Tra gli eventi: la Festa di Sant’Angelo in agosto e Sa Festa de sa Fregula Istuvada e de sa Cassola a ottobre, con mostre fotografiche e degustazioni di piatti tipici preparati dalle donne del paese.

Il Canto a Tenore. Il gruppo "Coro a tenores CULTURA POPOLARE di Neoneli" nasce nel mese di settembre 1976, per iniziativa di Tonino Cau, unico dei fondatori rimasti, che guida ancora oggi il quartetto. Il gruppo è nato per recuperare l'atavico e unico modulo canoro del canto a tenore, o a cuncordu, a "sa neunelesa", che rischiava di scomparire dalla memoria collettiva, dato che ormai non cantavano quasi più neanche gli anziani cantadores di una volta. Grazie all'imprescindibile guida dei vecchi cantadores è stato possibile ricostruire fedelmente i più tradizionali moduli, le originali tecniche de "su cuncordu neunelesu". Culturalmente parlando il gruppo è incanalato in un filone che negli anni Sessanta hanno inaugurato i vari cori di Orgosolo che diedero enorme contributo (pensiamo a gente come Peppino Marotto, Pasquale Marotto, Giuseppe Rubanu ecc.) al risveglio della tradizione del canto a tenore, riconsegnandogli la dignità perduta e facendolo assurgere a elemento culturale e spettacolare capace di attirare l'attenzione di un pubblico vasto ed eterogeneo. (Fonte: www.isolasarda.com) 

Sos Corriolos. Simboli e fuochi ancestrali, maschere bestiali, amuleti contro fatture, occhio e malocchio, antidoti, danze propiziatorie, paganesimo primordiale, evocazioni esoteriche di forze buone, per rendere la Natura più generosa e feconda per il nuovo Anno. Giovani, anziani e vecchi in un connubio che la tradizione rinnova di anno in anno da un tempo che si perde, lontanissimo... Uomini forti, orgogliosi, avvezzi alla fatica, dallo sguardo sincero e donne di casa, esperte, sapienti e disponibili. Ecco la comunità di Neoneli nella regione del Barigadu in Sardegna, uno dei paesi rivieraschi sul Lago Omodeo. Un comune di circa settecento anime guidato con orgoglio da un giovane sindaco attento, volenteroso e con le idee chiare e una Comunità che vuole credere, crescere e continuare a sperare.Il fuoco purificatore brucia le negatività passate. Interi tronchi di quercia, sughera, roverella, leccio, tagliati e trasportati nei giorni precedenti dagli uomini sulla piazza del paese, addossati gli uni agli altri bruciano con fiamme guizzanti, multiformi, braci ardenti che ricadono all'interno della pila diffondendo nell'aria scintille vivaci e profumi di essenze e natura. Fuochi magici, ai quali la chiesa locale col suo parroco africano non si sottrae, anzi vi partecipa attivamente con la propria simbologia quasi a riconoscere, attualizzare e ufficializzare il naturalismo pagano del rito, aggiungendovi preghiere, benedizioni e incensi per evocare la divinità nel raccordo panteista della vita. Riti ancestrali che si ripetono ogni anno per rinsaldare i vincoli di una comunità che spera un futuro migliore in questa parte di Sardegna che come il resto dell'isola vive drammaticamente questi nostri tempi nell'isolamento e l'abbandono. (Fonte: Prof. Umberto Guerra, curatore del sito www.sardegnacavalli.it, realizzato in occasione della Festa di Sant'Antonio del 16 Gennaio 2012)

Informazioni Turistiche

Nel “cuore d'acqua” della Sardegna, tra le dolci colline e gli altopiani selvaggi del Barigadu, ricoperti in gran parte da sughereti e fitti boschi di lecci secolari, si trovano le più antiche testimonianze della coltivazione della vite nell'Isola. Lo testimoniano anche i numerosi palmenti (lacos de catzigare), alcuni dei quali utilizzati fino ad epoca recente. La tipologia più comune, scavata nella roccia affiorante, è costituita da un sistema di due vasche - per la pigiatura e la raccolta - comunicanti attraverso un foro o un canaletto. Le uve venivano sistemate all’interno di sacchi di lino tessuti a maglie larghe e schiacciate prima con i piedi da un pigiatore esperto e poi da un masso circolare dalla base appiattita. Alcune vasche mostrano ancora una fossetta in cui veniva posto un acino per ogni cesto d’uva tagliata, in modo che il proprietario della vigna riuscisse a prevedere il quantitativo di mosto che ne sarebbe derivato e predisporre per tempo il numero di otri utili per il trasporto a dorso d’asino e quello delle botti necessarie alla fermentazione. 

Il centro abitato è popolato dalle case in trachite, con finestre in stile aragonese e ornamenti in basalto, e dalle tradizionali botteghe artigiane che producono manufatti secondo l’antica arte: intagliatori di sughero, lavoratori di pelli e fabbri realizzano pezzi della tradizione locale, tra cui Sos Corriolos, le maschere in sughero indossate durante i suggestivi riti del Carnevale. Di grande interesse è l’antica parrocchiale di S. Pietro dalla facciata in trachite rosa, che custodisce un prezioso ostensorio d'argento del XV sec. e due statue lignee. Meritano una visita l’oasi naturalistica di Assai, popolata da diverse specie di fauna come daini e cervi, e il lago Omodeo, bacino artificiale tra i più grandi d'Europa con un variegato ecosistema. Celebre il coro a tenores, il quartetto polifonico espressione dell’originario mondo agro-pastorale isolano.

Denominazioni collegati

Isola dei Nuraghi

Isola dei Nuraghi

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, GALLURA, COSTA NORD OCCIDENTALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Tortolì, Comune di Terralba, Comune di Tempio Pausania, Comune di Sorso, Comune di Sorgono, Comune di Serdiana, Comune di Sennori, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli, Comune di Monti, Comune di Meana Sardo, Comune di Usini, Comune di Jerzu, Comune di Dorgali, Comune di Cardedu, Comune di Berchidda, Comune di Badesi, Comune di Atzara, Comune di Alghero

Enti Interessati
mostra/nascondi

Isola dei nuraghi

Vermentino di Sardegna

Vermentino di Sardegna

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, GALLURA, COSTA NORD OCCIDENTALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Usini, Comune di Tortolì, Comune di Terralba, Comune di Tempio Pausania, Comune di Sorso, Comune di Sorgono, Comune di Serdiana, Comune di Sennori, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli, Comune di Monti, Comune di Meana Sardo, Comune di Jerzu, Comune di Dorgali, Comune di Cardedu, Comune di Berchidda, Comune di Badesi, Comune di Atzara, Comune di Alghero

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc vermentino di sardegna

Sardegna Semidano

Sardegna Semidano

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, , GALLURA, COSTA NORD OCCIDENTALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tortolì, Comune di Terralba, Comune di Tempio Pausania, Comune di Sorso, Comune di Sorgono, Comune di Serdiana, Comune di Sennori, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli, Comune di Monti, Comune di Usini, Comune di Meana Sardo, Comune di Jerzu, Comune di Dorgali, Comune di Cardedu, Comune di Berchidda, Comune di Badesi, Comune di Atzara, Comune di Alghero

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc sardegna semidano

Moscato di Sardegna

Moscato di Sardegna

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, GALLURA, COSTA NORD OCCIDENTALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tortolì, Comune di Terralba, Comune di Tempio Pausania, Comune di Sorso, Comune di Sorgono, Comune di Serdiana, Comune di Sennori, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli, Comune di Monti, Comune di Meana Sardo, Comune di Usini, Comune di Jerzu, Comune di Dorgali, Comune di Cardedu, Comune di Berchidda, Comune di Badesi, Comune di Atzara, Comune di Alghero

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc moscato di sardegna

Monica di Sardegna

Monica di Sardegna

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, GALLURA, COSTA NORD OCCIDENTALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tortolì, Comune di Terralba, Comune di Tempio Pausania, Comune di Sorso, Comune di Sorgono, Comune di Serdiana, Comune di Sennori, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli, Comune di Monti, Comune di Meana Sardo, Comune di Usini, Comune di Jerzu, Comune di Dorgali, Comune di Cardedu, Comune di Berchidda, Comune di Badesi, Comune di Atzara, Comune di Alghero

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc monica di sardegna

Cannonau di Sardegna

Cannonau di Sardegna

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, GALLURA, COSTA NORD OCCIDENTALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tortolì, Comune di Terralba, Comune di Tempio Pausania, Comune di Sorso, Comune di Sorgono, Comune di Serdiana, Comune di Sennori, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli, Comune di Monti, Comune di Usini, Comune di Meana Sardo, Comune di Jerzu, Comune di Dorgali, Comune di Cardedu, Comune di Berchidda, Comune di Badesi, Comune di Atzara, Comune di Alghero

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc cannonau di sardegna

Cagliari

Cagliari

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Terralba, Comune di Serdiana, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc cagliar

Girò di Cagliari

Girò di Cagliari

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Terralba, Comune di Serdiana, Comune di Selargius, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc gir di cagliari

Nasco di Cagliari

Nasco di Cagliari

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Terralba, Comune di Serdiana, Comune di Selargius, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc nasco di cagliari

Nuragus di Cagliari

Nuragus di Cagliari

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: CAGLIARITANO, SULCIS E CAMPIDANO, COSTA CENTRO OCCIDENTALE
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Terralba, Comune di Serdiana, Comune di Selargius, Comune di Sant'Antioco, Comune di Sant'Anna Arresi, Comune di Samugheo, Comune di Quartu Sant'Elena, Comune di Neoneli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc nuragus di cagliar

Tharros

Tharros

Regione di riferimento: Sardegna
Enoregione: SARDEGNA CENTRALE, COSTA CENTRO OCCIDENTALE, SULCIS E CAMPIDANO, CAGLIARITANO
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Terralba, Comune di San Nicolò di Arcidano, Comune di Samugheo, Comune di Neoneli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Tharros

News

Calabria, festeggiate le Aziende vincitrici a La Selezione del Sindaco
  Nel suggestivo chiostro di S. Domenico a Lamezia Terme si è svolta la premiazione dei vini delle aziende calabresi ...
continua »
Petruro Irpino, Calici di Stelle tra arte e poesia
 Cerimonia di premiazione del Premio “Nunc est bibendum. Il vino anello di congiunzione tra la coltura della vite e la ...
continua »
“Opportunità del P.S.R. dell'Umbria per il settore vitivinicolo”
“Opportunità del P.S.R. dell'Umbria per il settore vitivinicolo” A seguito dei Forum nazionali e internazional ...
continua »