Rompere le regole per rinnovarsi e vivere meglio

Rompere le regole per rinnovarsi e vivere meglio

Rompere le regole non come atto “antipolitico” di sfiducia verso la democrazia rappresentativa e i suoi valori ma come impegno creativo per affrontare le nuove sfide, per esplorare incroci e ibridazioni culturali, per rallentare (l’inquinamento, l’alienazione, il surriscaldamento) o anche fare di più con meno.

Oggi possiamo applicare il tema della rottura creativa delle regole ai processi di cambiamento e di movimento  che anche città e paesaggi devono mettere in pratica per adattarsi alle mutazioni delle comunità e dei mercati, ai progressi delle conoscenze scientifiche, alla necessità di evolversi attraverso la riqualificazione dei tessuti esistenti, la razionalizzazione delle funzioni, il risparmio energetico e il miglioramento dei servizi collettivi.

Ancv short paper sessione 2 paesaggi beni culturali patrimonio unesco converted

Ultime news inserite

Appello. La Robiola di Roccaverano DOP chiede una mano
La Roccaverano (DOP) chiede una mano   Pubblichiamo l'accorato appello dei produttori di Robiola di Roccaverano, il prezioso ...
continua »
Le prospettive del vino italiano in Cina nel 2020
VINO ITALIANO IN CINA 2020: LE CANTINE NON SONO PESSIMISTE Le aspettative dei produttori nei risultati del sondaggio promosso da Z ...
continua »
Bollicine zero zuccheri
Da sempre abbiamo avuto la fortuna di vivere circondati dai vigneti e ad oggi lavorare immersi nel verde delle nostre colline rico ...
continua »