Rompere le regole per rinnovarsi e vivere meglio

Rompere le regole per rinnovarsi e vivere meglio

Rompere le regole non come atto “antipolitico” di sfiducia verso la democrazia rappresentativa e i suoi valori ma come impegno creativo per affrontare le nuove sfide, per esplorare incroci e ibridazioni culturali, per rallentare (l’inquinamento, l’alienazione, il surriscaldamento) o anche fare di più con meno.

Oggi possiamo applicare il tema della rottura creativa delle regole ai processi di cambiamento e di movimento  che anche città e paesaggi devono mettere in pratica per adattarsi alle mutazioni delle comunità e dei mercati, ai progressi delle conoscenze scientifiche, alla necessità di evolversi attraverso la riqualificazione dei tessuti esistenti, la razionalizzazione delle funzioni, il risparmio energetico e il miglioramento dei servizi collettivi.

Ancv short paper sessione 2 paesaggi beni culturali patrimonio unesco converted

Ultime news inserite

Chianti Gourmet Experience
Una kermesse ideata da Vincenzo Guarino, attualmente executive chef de “L’Aria”, ristorante del Mandarin Or ...
continua »
Un suolo fertile per produzioni di qualità
L’azione dei prodotti BluAgri è focalizzata sul terreno (nei suoi stadi liquido, solido e gassoso) e sulle popolazion ...
continua »
Il vermentino e l’oro del trisavolo
Da Andrea, Carlo e Franco sino ad arrivare a Isa e Giulio la famiglia Federici vanta una lunga tradizione contadina che dai primi ...
continua »