La cultura in Europa: motore o fanalino di coda?

La cultura in Europa: motore o fanalino di coda?

Al di là della retorica, la cultura occupa oggi l’ultimo posto tra le priorità dell’Europa, come dimostra lo 0,0001% del bilancio che l’Unione Europea riserva tuttora a questo settore.

All’indomani delle elezioni europee, e della formazione del nuovo governo dell’Unione, l’incontro - organizzato a Roma lo scorso 17 settembre da Volta in collaborazione con Associazione Civita - si proponeva di promuovere il dibattito con alcuni dei protagonisti più dinamici del settore per capire se e come la cultura possa cessare di essere l’ultima ruota del carro per diventare finalmente uno dei motori dell’Europa del futuro.

I due ospiti di questo evento, introdotto da Giuliano da Empoli e moderato da Eric Jozsef (corrispondente di Libération), erano Robert Manchin (presidente di Culture Action Europe) e Francesco Rutelli (presidente di Anica).

Resoconto civta volta del 1709201

Ultime news inserite

Una popolazione grande quasi quanto quella dell'Europa vorrebbe venire in Italia
UNA POPOLAZIONE GRANDE QUASI COME QUELLA DELL'EUROPA VORREBBE VENIRE IN ITALIA   AD INTERROGARSI SULLA VACANZA NELLA PENISOLA ...
continua »
Pressoi litici in Sardegna tra preistoria e tarda antichità
La coltivazione della vite in Sardegna affonda le radici nell’età del Bronzo, nella bella età dei nuraghi, e s ...
continua »
Tecnologia applicata all'agricoltura
Negli ultimi anni la CRF Costruzioni S.r.l. ha incrementato la sua gamma di macchinari da raccolta con una innovativa vendemm ...
continua »