Alessandra Boldreghini, Assessore del Comune di Morro d’Alba, nuova Coordinatrice Città del Vino Marche

Alessandra Boldreghini, Assessore del Comune di Morro d’Alba, nuova Coordinatrice Città del Vino Marche


Alessandra Boldreghini, Assessore al turismo del Comune di Morro d’Alba, è la nuova Coordinatrice dei Comuni Città del Vino delle Marche. Il Vice Coordinatore è stato nominato Denis Cingolani, Vice Sindaco di Matelica. Alessandra Boldreghini, eletta all’unanimità, succede a Cinzia Pennesi, ex assessore alla cultura del Comune di Matelica, a cui va il ringraziamento "per quanto fatto nel recente passato".

La nomina è avvenuta nel corso dell’Assemblea delle Città del Vino marchigiane (11 in totale) a cui hanno preso parte i rappresentanti dei Comuni di Castelplanio (alla presenza del Sindaco Fabio Badiali), Cupramontana (presente il Sindaco Luigi Cerioni, che ricopre anche l’incarico di Presidente della Provincia di Ancona), Morro d’Alba (rappresentato anche dal Sindaco Massimiliano Cesaroni), Matelica (alla presenza anche del Sindaco Massimo Baldini), Offida (Alessandro D’Angelo, Consigliere Comunale), Osimo (rappresentato dal Sindaco Simone Pugnaloni), San Paolo di Jesi (presente il vice sindaco Massimiliano Cesaroni).

Dagli interventi è emersa la comune volontà di rilanciare la presenza dell’associazione Città del Vino nelle Marche e tra gli obiettivi quello di far rientrare in Associazione alcuni comuni storici che, nel corso degli anni recenti hanno deciso di recedere, in particolare quelli dell’area del Verdicchio dei Castelli di jesi (con il “capoluogo” Jesi in testa) che rappresentano una delle più note e importanti denominazioni di origine marchigiane conosciute in tutto il mondo.

“La pandemia non ha consentito la realizzazione di molte iniziative che avevamo in programma – ha detto la neo coordinatrice Boldreghini – ma non appena questo sarà possibile metteremo in campo tutte le energie possibili affinché, grazie anche a Città del Vino, i nostri territori possano rilanciare il turismo enogastronomico, uno dei nostri principali volani di sviluppo”.