Vini di Langa: dalla vigna alla degustazione

Vini di Langa: dalla vigna alla degustazione


La storia della nostra famiglia ha inizio in tempi così lontani di cui non abbiamo più memoria: ricordiamo nostro padre, Pietro, raccontarci di come la nostra famiglia, come quasi tutti gli agricoltori di cinquant’anni fa, producesse vino da consumare in famiglia, con gli amici e per qualche acquirente che veniva dalla città.

Nel dopoguerra i nostri avi ebbero la possibilità di ampliarsi acquistano la cascina “Bric di Panerole”, attuale domicilio dell’Azienda, situata sul cucuzzolo della collina che sovrasta l’intera borgata e si affaccia sui territori di Barolo, Novello e Monforte d’Alba. Solo nel 2000 abbiamo deciso di rinnovare l’Azienda, impiantando nuovi vigneti negli ormai dismessi campi di grano, trasformando la rimessa dei trattori in cantina per la vinificazione e l’imbottigliamento e sfruttando il cascinale del 17° secolo come barriccaia e sala degustazione.

Qui, sotto la supervisione dell’enologo Piero Ballario, si è avverato il nostro sogno: quello di produrre vino dalle nostre uve conservando gli stessi metodi semplici e attenti di fare del vino che rispecchi a pieno questo territorio: dal 2018 abbiamo ottenuto la certificazione SQNPI (Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata). La gestione a carattere familiare ci consente di gestire al meglio il lavoro in vigna e in cantina e di avere un rapporto diretto con il consumatore.

L’Azienda Vietto, ora di 17 ettari di vigneto, è divisa in quattro tipologie di vitigni: Nebbiolo da Barolo, Langhe Nebbiolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba e Nas-cetta del comune di Novello.

Da queste uve nascono sette diverse etichette. Il Barolo “Panerole” e il Barolo “Bricco San Pietro”, dal colore rosso rubino intenso e vivo con lievi riflessi aranciati, sono vini importanti di grande carattere e longevità da abbinare a secondi piatti di carne o a formaggi stagionati e d’alpeggio. Entrambi hanno gusto pieno armonico caldo con un retrogusto leggermente asciutto e piacevolmente speziato e olfatto netto e ampio, il primo con note di viola, liquirizia, cannella e tabacco dolce, il secondo con note di ciliegia, viola, chiodi di garofano, liquirizia e cuoio. Anche il Barbera d’Alba Superiore “Bricco Gigi” è un vino importante e longevo, consigliato con preparazioni base di carne o formaggi freschi. Il colore rosso granato intenso vivo con lievi riflessi violetti si accompagna a olfatto netto ampio con note di rosa, mora, cioccolato e vaniglia e gusto pieno armonico caldo sapido con retrogusto gradevolmente persistente. Il Langhe Nebbiolo, di grande bevibilità e di media longevità, bene si sposa con carni bianche e formaggi freschi e di media stagionatura. L’olfatto è netto ampio con note floreali intense di viola e fruttate di lampone, leggera spezia; il gusto è armonico di medio corpo leggermente asciutto ma con finale persistente e gradevole. Il Dolcetto D’alba “Bricco Pavia” è un vino rosso granato intenso vivo con riflessi violetti, di pronta beva e considerato “da tutto pasto”, in particolare insieme a salumi, antipasti e primi piatti. Dall’olfatto netto ampio con note di ciliegia matura, viola e mora  di gusto pieno sapido armonico, dà il meglio di sé già poco dopo l’imbottigliamento e si conserva fresco e caratteristico per 3-4 anni. Il Langhe Nas-Cetta del Comune di Novello “Giuana” è IL grande vino bianco delle Langhe un semi-aromatico, importante e longevo, che bene si abbina ai piatti di pesce e agli antipasti piemontesi ma ottimo anche come aperitivo. Si caratterizza per il colore giallo paglierino scarico con lievi riflessi verdognoli; all’olfatto è netto, ampio con note di pompelmo, fiori bianchi, pesca e caramella e il gusto armonico, sapido e pieno con finale gradevole e persistente. Il nostro Rosato “Rosalina” è vinificato dalle vigne più giovani di Nebbiolo ha un colore rosato vivo scarico con lievi riflessi salmone, all’olfatto note di ciliegia, rosa e lampone e gusto medio corpo sapido con finale gradevolmente acidulo, è un vino di pronta beva e ottimo come aperitivo, che si sposa perfettamente con piatti di pesce e antipasti.

Noi tutti ora abbiamo una grande responsabilità: quella di preservare la storicità dei luoghi  che abitiamo, rispettando e valorizzando il lavoro svolto fino a oggi sempre con lo sguardo rivolto al futuro: per questo è importante che le generazioni di produttori che verranno dopo di noi imparino a lavorare e tutelare il bellissimo territorio delle Langhe del Barolo  che è stato costruito con tanta fatica ma che è riconosciuto in tutto il Mondo per la sua bellezza e per l’alta qualità dei suoi prodotti!