Crea il tuo spirito: i vincitori

Crea il tuo spirito: i vincitori


CON OLTRE UN CENTINAIO DI PARTECIPANTI SI È CONCLUSA LA COMPETITION “CREA IL TUO SPIRITO” PROMOSSA DAL TEAM DI THE SPIRITUAL MACHINE

Il progetto dedicato agli appassionati di craft spirits ha decretato i 10 finalisti ed il vincitore

La giovane azienda piemontese che realizza su commissione linee personalizzate di Gin, Vermouth, Bitter, Amari e New Spirit, ha scelto – in un momento così povero di prospettive e con le attività bloccate soprattutto nel settore food&beverage – di dare a tutti l’opportunità di creare, ideare e vedere realizzata la propria ricetta personalizzata di spirits.

E la risposta entusiastica degli appassionati non ha tardato a farsi sentire: alla Competition hanno aderito oltre un centinaio di Professionisti del settore Ho.re.ca. da tutta Italia e anche fuori confine. “Dato il successo ottenuto da questa competition pensiamo di ripeterla in Francia, dove da maggio seguiremo il percorso di incubazione con Lione” commenta Elisa Cravero, CEO di TSM.

Grazie alle candidature ricevute si sono scoperte storie importanti, di semplici appassionati che hanno lasciato il lavoro fisso per realizzare il proprio sogno di aprire un locale e avere la propria linea di alcolici personalizzati, bartender dall’esperienza decennale che si sono cimentati nell’arte dell’infusione e vorrebbero finalmente creare il proprio spirits, sommelier esperti di Vermouth che hanno creato la propria ricetta perfetta.

È stato dunque molto difficile scegliere la rosa dei finalisti ma grazie al grande lavoro della giuria – composta da Elisa Cravero (CEO e Co-fondatrice di The Spiritual Machine), Fulvio Piccinino (Master of Spirits e Fondatore di Saperebere.com), Francesco Menozzi (Socio e Bar Manager di Bottega39 e creatore della linea di Gin +39) e Alessandra Fanzago (CEO e Co-Fondatrice di Phoenix Advertising) – sono stati definiti i 10 finalisti ed è stato decretato il vincitore del 1° premio.

Il 1° classificato:

È Fabio Cesareni, dal “11ClubRoom” di Milano, che ha candidato un Vermouth, chiamato “Antica Bottega 1934”. Un Vermouth dai sentori affumicati, associati alle spezie e con un tocco agrumato, per dare un nuovo twist ai cocktail della Golden Age. Fabio produrrà 100 Bottiglie del suo Spirito con The Spiritual Machine.

Ecco il commento di Cesareni: “Ci sono diversi progetti in ballo ma in primis ora finalmente potrò iniziare a fare i miei drink, con lo spirit più adatto ai miei gusti. Grazie mille per la bellissima opportunità”.

Gli altri finalisti:

• Manuela Grasso, dal “Margò” di Torino, ha candidato uno New Spirit a base di sakè chiamato “Sesso tra panda”;

• Gabriele Marocco, da “La Gineria” di Padova ha candidato un Gin chiamato “Gin Artigiano”;

Ufficio Stampa THE SPIRITUAL MACHINE – Glebb & Metzger

Valentina Merlo | vmerlo@glebb-metzger.it | +39 342 8089180

Martina Corbetta | mcorbetta@glebb-metzger.it | +39 335 7571669

• Sebastian Lombardo, dal Raval cocktails & tapas bar di Ancona ha candidato uno New Spirit a bassa gradazione alcolica chiamato “Hortum Holerum”;

• Alessandro Fedrizzi ed Eleonora Lolli, dalla Cantina Fedrizzi Vini di Castello di Serravalle (BO) hanno candidato un Vermouth chiamato “Ver0”;

• Antonio Marchi, dall’ Hotel Certosa di Maggiano (Siena), ha candidato un Amaro, chiamato “Elisir di Certosa”;

• Erica Grotteschi, dal Natural Store Sinesis di Arona (Lago Maggiore, VB) ha candidato un Gin chiamato “Gin.Tea.Leaf”;

• Giuseppe Ceo, dal Hotel Villa Franca di Positano (SA), ha candidato un Amaro chiamato “The Veil”;

• Alessandro Bene, dalla Masseria l'Astore di Cutrofiano (LE), ha candidato un Vermouth chiamato Virgin - Not a saint spirit;

• Roberto Radaelli, dalla Scuola di formazione l’alchimista di Roma ha candidato uno New Spirit a base vino bianco chiamato “La Chemilla”,

La menzione speciale:

Si è anche deciso di assegnare una menzione speciale per Luca Attinà, un grande contributor della Community Infusionist di The Spiritual Machine che ha seguito tutti i corsi e webinar, che ha presentato il suo Vermouth “Eroico” fatto con vino Prünent della Val D’Ossola.

Cosa succederà ora?

I 10 finalisti e il vincitore procederanno il percorso di creazione del loro Spirito, grazie alla consulenza dello staff di The Spiritual Machine e Fulvio Piccinino, riceveranno 2 campioni della ricetta e il mockup della bottiglia con packaging.

Solo Fabio Cesareni proseguirà nella parte di Produzione effettiva delle bottiglie.

Gli altri finalisti, se vorranno, potranno produrre le loro bottiglie tramite un crowdfunding e le bottiglie potranno poi essere messe in prevendita nello shop di The spiritual Machine.

La TSM Academy

Per tutti i curiosi ed appassionati del mondo degli spirits presto The Spiritual Machine lancerà la TSM Academy, corsi online tenuti da grandi esperti e opinion maker del settore per la formazione dei futuri sui Distillati, Liquori e Craft Spirits.

https://www.facebook.com/thespiritualmachine.official/