Tanti auguri Venezia

Tanti auguri Venezia


Il Prosecco Doc è la bollicina ufficiale delle celebrazioni per i primi 1600 di fondazione della città di Venezia

Ben 1600 anni di storia condensati in un’unica ma inconfondibile data. Il 25 marzo del 421, infatti, è universalmente riconosciuto quale giorno di fondazione della città di Venezia, così come testimonia la fonte manoscritta del Chronicon Altinate e, in tempi più recenti, il Marin Sanudo il quale, descrivendo il grande incendio di Rialto del 1514, nei suoi diari scrisse: “Solum restò in piedi la chiexia di San Giacomo di Rialto, la qual fu la prima chiexia edificata in Venetia dil 421 a dì 25 marzo”. Se, dunque, la leggenda fa risalire la posa della prima pietra della chiesa di San Giacomo di Rialto (San Giacometto) a questa iconica data, il 25 marzo 2021 non poteva che essere l’occasione ideale per festeggiare, con il mondo intero, i 1600 anni ab urbe condita attraverso un intenso programma di eventi ufficiali e una serie di manifestazioni come mostre, percorsi museali, conferenze e seminari, promosse da enti, istituzioni e associazioni sia a livello nazionale che globale.

In questo modo Venezia, capitale mondiale della cultura e simbolo della Serenissima, sarà da tutti celebrata nella sua dimensione di città “di terra e di acqua”. Se però il compleanno di Venezia cade il 25 marzo 2021, di fatto le celebrazioni dureranno per un anno solare intero, fino al 25 marzo 2022. Si prospetta quindi un anno ricco sia dal punto di vista celebrativo che socioculturale, un’annata unica e imperdibile anche per il Consorzio di Tutela del Prosecco DOC, ormai storico supporter della città, confermato dal Comune di Venezia e dal "Comitato ufficiale 1600 anni della Fondazione di Venezia" come partner ufficiale della ricorrenza, e bollicina di riferimento per tutti gli eventi collegati ai primi 1600 anni di storia della città.

Dal Salone Nautico al Redentore, passando per la Regata Storica e la Mostra del Cinema, senza dimenticare le feste di Natale e Capodanno, il Consorzio del Prosecco DOC sarà dunque sempre presente per allietare ogni manifestazione con il suo inconfondibile blend di uve, per una vetrina internazionale senza precedenti. Inoltre, con l’obiettivo di rendere ancora più indimenticabile tale importante anniversario e i singoli eventi associati, il Consorzio ha per l’occasione realizzato due bottiglie in edizione speciale di Prosecco DOC e Prosecco DOC Rosé. «Si tratta di due bottiglie pensate ad hoc proprio per i 1600 anni di Venezia, compleanno celebrato anche da un apposito logo inserito in una etichetta che richiama il quadrilobo Venezia e che è caratterizzata sia da elementi moderni che di iconografia classica, a dimostrazione di un appeal internazionale che da tempo contraddistingue lo stretto rapporto tra il Prosecco DOC e la città lagunare – dichiara Stefano Zanette, Presidente del Consorzio di Tutela – Come Consorzio, d’altronde, abbiamo dimostrato di essere sempre stati molto vicini alla città, non solo nelle gioie ma anche nei momenti più difficili».

Queste, invece, le parole di Luca Giavi, Direttore Generale del Consorzio di Tutela del Prosecco DOC: «Da tre anni il Prosecco DOC è la bollicina ufficiale della città di Venezia e, dunque, in una ricorrenza storica e speciale come i 1600 anni dalla fondazione non potevamo non esserci. Siamo quindi davvero lieti e onorati di poter garantire, alla cittadinanza e ai turisti, importanti momenti di convivialità grazie alla presenza dei nostri vini ai maggiori eventi già in programma per questo lungo anno di celebrazioni. In questa indimenticabile esperienza abbiamo poi voluto al nostro fianco il Consorzio Vini Venezia che, riprendendo la grafica per le etichette studiata dal nostro Consorzio per le edizioni speciali di Prosecco DOC e Prosecco DOC Rosé, ha realizzato per “Venezia 1600 delle bottiglie di Merlot dedicate”. 

Un’unione simbolica, quella dei due Consorzi, che sottolinea una volta in più il forte legame tra il territorio di produzione del Prosecco DOC e la magia di calli e canali veneziani, ad imperitura memoria della Serenissima».