La svolta sostenibile del vino con i tappi da economia circolare

La svolta sostenibile del vino con i tappi da economia circolare


Una degustazione di tappi da economia circolare, innovativi e sostenibili di Vinventions ha animato la Festa della vendemmia da Fontanafredda. Un'occasione per testare la qualità dei vini protetti dalle chiusure Green Line e presentare la Blue Line di Nomacorc, quest'ultima appena lanciata sul mercato.

Leader mondiale nelle soluzioni di chiusure per l'industria vinicola con 2,8 miliardi di tappi venduti nel 2020 e pioniere nella gestione dell’ossigeno, Vinventions ha deciso di puntare sempre di più sulla sostenibilità ambientale delle chiusure e del processo produttivo. L'obiettivo è quello che entro il 2030 tutte le chiusure di Vinventions siano al 100% rinnovabili, biodegradabili o circolari.

Un ruolo centrale nel percorso verso questo ambizioso traguardo è svolto dalla Green Line di Nomacorc introdotta sul mercato nel 2013, le cui chiusure sono ottenute da materie prime sostenibili e rinnovabili derivate dalla canna da zucchero coltivate in maniera eco-responsabile, ed è nel suo complesso una linea di chiusura ad alte prestazioni e a impronta di carbonio zero.

Le chiusure Nomacorc Green Line sono al 100% riciclabili mediante processi tradizionali di riciclo della plastica e possono essere riciclati insieme a tutti gli altri materiali plastici nelle normali filiere di riciclaggio già presenti in gran parte del mondo.

Il nuovo passo nella direzione della sostenibilità è arrivato con il lancio della Nomacorc Blue Line, prima linea di chiusure derivante da economia circolare utilizzate in anteprima mondiale sul Nebbiolo Ebbio Grappolo Intero di Fontanafredda. Si tratta di una gamma di tappi di cui il 50 % della materia prima è ottenuto dal riciclaggio della plastica e certificata ISCC+. Dando una seconda vita ai materiali solitamente destinati all'incenerimento, fonte di emissioni di CO2, la gamma Blue Line contribuisce non solo a limitare queste emissioni, ma anche a ridurre l'uso di plastica fossile.

Fino ad oggi le tecnologie di riciclaggio non permettevano di fornire una materia prima riciclata conforme alle disposizioni regolamentari in materia di contatto alimentare, ma la situazione si è recentemente evoluta: è stato infatti introdotto un nuovo procedimento che consente di ottenere un materiale riciclato identico alla plastica vergine e adatto al contatto alimentare. È su questo nuovo processo che Vinventions si basa per la produzione dei suoi tappi Blue Line.

Il gruppo Vinventions sta ora lavorando in collaborazione con South Pole, uno degli autori delle Direttive per la Gestione della Plastica delle Imprese pubblicate dall'Iniziativa 3R nel febbraio 2021 per raggiungere l'obiettivo Blue Line di "Net Zero Plastic Pollution". Queste nuove gamme riflettono l'importanza della sostenibilità per il gruppo Vinventions sempre attento alle aspettative delle aziende vitivinicole e continuando ad offrire delle chiusure ad alte prestazioni.

Durante la degustazione alla cieca di diversi vini Fontanafredda che si è svolta ad Alba questo 12 settembre, è stata infatti dimostrata la padronanza enologica e tecnica dei tappi Nomacorc. Questa sessione di degustazione intitolata “Taste the Difference” ha permesso ai partecipanti di degustare diverse bottiglie dello stesso vino imbottigliate lo stesso giorno e nelle medesime condizioni, ma che si differenziano per un aspetto apparentemente meno rilevante: il tappo. L’obiettivo è quello di evidenziare quanto una chiusura sia in grado di influenzare lo sviluppo e la maturazione di un vino a seconda del differente livello di ossigeno che viene lasciato penetrare nella bottiglia.

La quantità di ossigeno rilasciata nel vino dopo l’imbottigliamento è determinante per la sua evoluzione ed è uno degli elementi fondamentali delle nostre gamme Nomacorc Green Line e Blue Line che offrono diversi livelli di permeabilità. Crediamo fermamente nell’importanza di una corretta gestione dell’ossigeno e crediamo che la prova migliore la si possa riscontrare nel bicchiere” - ha spiegato Filippo Peroni, European Sales & Marketing Director di Vinventions - “I numeri di Vinventions: 2,8 miliardi di chiusure vendute nel 2020, grazie in particolare a Italia, Francia, Germania e Argentina, oltre a una solida performance negli Stati Uniti. Vinventions, leader in soluzioni di chiusura per vini, ha mostrato risultati di vendita stabili con un fatturato sostanzialmente in linea con il 2019, ma con un EBITDA in crescita (+ 2,5%). Una performance degna di nota alla luce dell'impatto della crisi sanitaria sul mercato del vino. Europa: un mercato stabile. Con oltre 1,9 miliardi di chiusure vendute in Europa nel 2020, Vinventions ha realizzato volumi di vendita in linea con il 2019 (-0,1%), nonostante la crisi sanitaria che ha scosso il continente nel 2020. Considerato che le vendite di vino sono diminuite mediamente del 10% in termini di volume e dal 15 al 20% in termini di valore sui principali mercati (fonte: OIV sulla base dei dati doganali, 2020), per Denis Van Roey, CEO del gruppo Vinventions, si tratta di "una solida performance che riflette la resilienza e premia le nostre operazioni e gli sforzi di tutti i nostri team di produzione e vendita, che hanno mantenuto il nostro eccellente servizio, rendendo possibile rassicurare i nostri clienti europei, in particolare in Italia e Germania, dove abbiamo registrato la crescita annuale più forte del gruppo in Europa”.

Con 465 milioni di tappi in totale, l'Italia ha registrato due segnali di crescita importanti per i prodotti Vinventions nel 2020. La prima riguarda i tappi top di gamma della Nomacorc Green Line, ossia il tappo Select Green e Reserva. Le caratteristiche tecniche di questi prodotti innovativi, sia in termini di prestazioni che per la loro sostenibilità, sono sempre più apprezzate e servono sempre di più grandi vini. La seconda riguarda il tappo a vite, ed è dovuta principalmente all’export e alla grande distribuzione che ha assicurato gran parte delle vendite di vino durante il lockdown.