V edizione del Premio “Vermentino” 2021

V edizione del Premio “Vermentino” 2021


Il Premio nazionale letterario “Vermentino”  ideato e sostenuto dalla Camera di Commercio di Sassari insieme ai Comuni di Olbia e di Castelnuovo Magra, è dedicato al Vermentino, che in Gallura si fregia, più che giustamente vista la qualità che riesce ad esprimere, del marchio DOCG. Il fulcro del Premio resta legato all’importanza del racconto capace di descrivere i paesaggi rurali, le specificità dei territori ma soprattutto le anime di un paese che dimostra nella qualità delle sue produzioni, una sempre crescente passione enologica. Come quella del Consorzio del Vermentino di Gallura, insieme all’enoteca ligure e ed ai produttori toscani per la promozione di un vitigno e di una filiera che rappresentano molto più di una semplice produzione.

Nell'edizione 2021 ha coinvolto 12 Case editrici di tutta Italia e 16 opere di narrativa edite: “Nunc est bibendum – Le lupe di Augusto” di Stefano Mariano Mazza – Gruppo editoriale Tabula Fati – Edizione Solfanelli; “Santo mangiare” di Patrizia Rossetti – Pietro Macchione Editore; “Storia d’Italia in 40 cantine” di Sergio Redaelli e Guido Montaldo – Pietro Macchione Editore; “Wineblogger? Wine not!” di Michele Nasoni – Edito in proprio; “Ballata per le nostre anime” di Mauro Garofalo – Mondadori; “Arba Magìc” di Tommaso Sussarello e Paola Cordella tratto dal volume “ABBRACCIAMOilMONDO (AA.VV.) ” – Ludo edizioni; “Racconti di cucina” di Nello Rubattu – Ludo edizioni; “Il vino e le rose” di Claudia Conte – Armando Curcio Editore; “Il Lambrusco e la cultura del vino” Giovanni Santunione – Edizioni Il Fiorino; “E(t)nografie” di Emanuela Conversano tratto dal volume “Pantagruel (AA.VV.)” – La nave di Teseo; “Superiorità naturale” di Sandro Sangiorgi tratto dal volume “Pantagruel (AA.VV.)” – La nave di Teseo.

In questa quinta edizione il Premio letterario Vermentino è andato a “Panni sporchi per Martinengo” di Fabrizio Borgio, edito dai Fratelli Frilli. Un romanzo che ruota attorno alle indagini dell’investigatore Martinengo, ambientato nella Langhe, terra di vini e vitigni. Appassionante, ritmato e ricco di intrecci.

Le quattro menzioni ex-aequo sono state per “Al centro del mondo” di Alessio Torino (Mondadori) “Un sogno in Borgogna” di Massimo Castellani (Edizioni Bertani&C), “Il Bacchino ubriaco e altre storie” di Gaetano Gaziano (ExCogita Editore) “La bottiglia di Napoleone” di Marco Vozzolo (Book Road di Leone Editore).

Cerimonia di premiazione