Terre di Pisa Food & Wine Festival

Terre di Pisa Food & Wine Festival


A Pisa, in Piazza Vittorio Emanuele, dal 15 al 17 ottobre


Il vino protagonista
al Terre di Pisa Food & Wine Festival

Quattro masterclass dedicate ai vini della provincia di Pisa.
Posto d’onore per la giovane DOC Terre di Pisa domenica 17 ottobre alle 11. Necessaria la prenotazione on line ed il Green Pass.

Il vino sarà uno dei protagonisti del Pisa Food&Wine Festival in programma a Pisa dal 15 al 17 ottobre 2021. Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021 si terranno quattro masterclass nello spazio MACC di Pisa (all’interno del Palazzo Affari in Piazza Vittorio Emanuele II a Pisa) che saranno altrettanti percorsi alla scoperta delle etichette del territorio, da quelle iconiche della DOC Terre
di Pisa
, alle più creative ispirate dai vitigni internazionali, fino alle più recenti produzioni
di Bollicine. Degustazioni guidate da relatori di primo piano del comparto vitivinicolo nazionale
e da due delle più importanti associazioni di sommellerie italiane, AIS e FISAR. Le degustazioni saranno quindi un vero momento di conoscenza, approfondimento e di incontro.

Masterclass - Le Bollicine delle Terre di Pisa a cura di Chiara Giovoni. 16.10 ore 11
La prima degustazione in ordine cronologico, “Le Bollicine delle Terre di Pisa”avrà luogo sabato 16 ottobre 2021 dalle ore 11 alle 12:30 e sarà condotta dalla giornalista e Ambassadeur du Champagne per l’Italia Chiara Giovoni.
Il trend commerciale di produrre un vino con “le bollicine” è ormai quasi un must per le aziende.
In questi ultimi anni anche nelle 
Terre di Pisa sono cresciute realtà di eccellenza che hanno dedicato studio e risorse per produrre queste tipologie di vini, non solo con finalità di marketing, ma anche per scelte aziendali profonde, andando a valorizzare, con la spumantizzazione, i vitigni autoctoni toscani come il trebbiano, il sangiovese o il canaiolo.
Queste produzioni richiedono molta tecnica e sapienza perché i vini, a prescindere dal metodo utilizzato, devono seguire una doppia fermentazione ed è per questo che è necessaria una tecnica approfondita e precisa. Interessanti i diversi metodi di spumantizzazione che vanno dallo Charmat al Metodo Classico con tempistiche diverse di permanenza sui lieviti, per passare infine ai vini prodotti con il Metodo Ancestrale.

Rosso un colore che predomina a cura di Alessandro Balducci. 16.10 ore 15
La seconda degustazione, Rosso: un colore che predomina, si terrà sabato 16 ottobre dalle 15 alle 16.30 ed avrà come relatore Alessandro Balducci di AIS Toscana – Delegato di Pisa.
La masterclass è stata pensata come un viaggio che porterà a conoscere le peculiarità delle Terre di Pisa attraverso i vitigni autoctoni ed internazionali, che molto bene si sono adattati al terroir pisano, esprimendo così le elevate potenzialità di questa parte della Toscana. Molte etichette blasonate e altre emergenti caratterizzeranno il percorso di degustazione proposto.

La DOC Terre di Pisa – alla scoperta della nuova denominazione a cura di Aldo Fiordelli. 17.10 ore 11
Domenica 17 ottobre dalle 11 alle 12.30 spazio alla masterclass più marcatamente legata al brand del territorio: La DOC Terre di Pisa – alla scoperta della nuova denominazione che sarà curata dal giornalista della rivista Decanter Aldo Fiordelli. Nella degustazione, allo scopo di far conoscere al pubblico le sue caratteristiche più profonde, è stato coinvolto il nuovo Consorzio della DOC Terre di Pisa a dimostrazione che quando un vitigno riesca ad esprimersi con grazia e personalità e il blend è sapiente e valorizza i vitigni autoctoni. I vini della DOC Terre di Pisa evidenziano infatti caratteri di grande equilibrio dal punto di vista visivo, olfattivo e gustativo. I vini, con l’invecchiamento e l’affinamento, si arricchiscono di profumi e sapori più intensi e consistenti, e ne vengono ulteriormente esaltate le potenzialità del territorio e dell’ambiente dal quale vengono le uve. Si tratta di prodotti che rappresentano i “Cru” delle aziende dell’areale.
Due le tipologie di vino previste dalla DOC Terre di Pisa: il 
Terre di Pisa Rosso, a base di Sangiovese e degli internazionali Syrah, Cabernet Sauvignon e Merlot da soli o congiuntamente dal 20% al 70% ed il Terre di Pisa Sangiovese (minimo 95%) che si esprime in modo peculiare rispetto al resto della Toscana acquisendo dai terreni, una volta ricoperti dal mare, una nota di sapidità distintiva. L’affinamento minimo per questi vini è di 16 mesi, di cui un anno in legno e 4 anni in bottiglia.

Un viaggio fra le denominazioni a cura di Vittorio Faluomi. 17.10 new 15
Ultima in ordine di tempo, ma non meno importante, la masterclass Un viaggio fra le denominazioni che avrà luogo domenica 17 ottobre dalle 15 alle 16.30 e sarà tenuta da Vittorio Faluomi, Sommelier FISAR Pisa. Una degustazione a tutto campo su un territorio vasto, con microclimi molto diversi fra loro, con una viticoltura che spazia dalla Costa, al cuore delle Colline Pisane, fino ad arrivare a San Miniato, Volterra e Alta Val di Cecina. I terreni sono di origine per lo più sedimentaria e vulcanica in alcune zone, con differenze importanti per quanto riguarda la composizione dei suoli. Questa regione vitivinicola è oggi caratterizzata per la presenza di giovani viticoltori e di importanti investitori che hanno rivalorizzato le produzioni di tutto il territorio provinciale, dall’entroterra al mare. Nello specifico saranno presentati il Chianti delle Colline Pisane, ovvero la tradizione, ed il Montescudaio, una zona che affascina per i suoi territori ricchi e vari.

Le masterclass presenteranno 10-12 tipologie in degustazione, hanno un biglietto d’ingresso di 15 euro, devono essere prenotate on line sul sito della manifestazione https://pisafoodwinefestival.it e prevedono l’esibizione del Green Pass in corso di validità. Le schede dei vini sono disponibili.

Il link della manifestazione Terre di Pisa Food & Wine festivalhttps://pisafoodwinefestival.it/2021/

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

Il grande spazio espositivo ospiterà 80 produttori agroalimentari e vitivinicoli delle Terre di Pisa

che potranno incontrare il pubblico di persona, raccontare, far degustare e vendere i propri prodotti provenienti dal territorio: formaggi, salumi, pasta, tartufi, miele, cioccolato, dolci e conserve, olio, vino, birra e liquori.

L’olio delle Terre di Pisa, uno dei prodotti cardine della tradizione culinaria toscana, è tra i protagonisti

della kermesse. Nell’Oil Bar sarà possibile partecipare alle degustazioni guidate per iniziare il viaggio

di conoscenza delle caratteristiche organolettiche degli oli e ricevere suggerimenti sugli abbinamenti gastronomici.

Il cioccolato sarà il tema dei laboratori di degustazione e di un concorso finale aperto al pubblico dove i partecipanti, guidati da esperti, saranno guidati nella scoperta che porterà a celebrare il migliore.

Gli esperti del centro Nutrafood dell’Università di Pisa forniranno ai visitatori, attraverso laboratori, giochi e quiz, informazioni su acquisti e consumi consapevoli in ambito alimentare toccando il tema della sicurezza alimentare in cucina, spiegando come riconoscere le mele o come acquistare i pesci dei nostri mari, quali sono i microbi amici, gli insetti commestibili e perché il pecorino è amico del cuore.

Dedicato ai bambini. Il murales di Keith Haring farà da sfondo alle attività, tutte gratuite, riservate ai più piccoli realizzate in collaborazione con Università di Pisa, Slow Food condotta di Pisa e Monte Pisano, Associazione Volaria, Francesca Bianchi e Elisa Bani. Bambini e ragazzi saranno invitati a trasformarsi in giovani artisti per raccontare i prodotti della terra e della tavola. Attività che si concluderà con una gustosa merenda Terre di Pisa.

Alla scoperta delle Terre di Pisa
Il Terre di Pisa Food&Wine Festival è la giusta occasione per visitare la città di Pisa e scoprire il territorio che sta “oltre la Torre”. I principali musei e attrazioni turistiche propongono promozioni riservate ai partecipanti, così come le strutture ricettive e le agenzie hanno disegnato apposite proposte di  soggiorno a tema che prevedono esperienze enogastronomiche, culturali, artistiche, outdoor e di shopping: degustazione di vino o di olio extravergine di oliva, tour e pranzi nelle cantine delle Terre di Pisa, corso di pasta e pizza in Valdera, visita al Parco di San Rossore, scoprire il tartufo di San Miniato, relax alle Terme di Casciana, i borghi medievali di Calci e Vicopisano, trekking sul Monte Pisano, Etruschi e alabastro a Volterra, la valle dei geyser in Valdicecina.
Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.pisafoodwinefestival.it e, durante il Festival, nello stand Terre di Pisa dove si può misurare la propria conoscenza di questo ricco territorio attraverso un quiz per ricevere un gustoso omaggio.