Trentino, Avio conquista la tappa cittadina del Palio delle Botti delle Città del Vino

Trentino, Avio conquista la tappa cittadina del Palio delle Botti delle Città del Vino


Il Covid non ferma l’evento più atteso di Uva e dintorni

SABBIONARA DI AVIO, IN PIAZZA PER IL PALIO DELLE BOTTI

Dopo il successo del 2019, che le aveva fatto conquistare anche per la prima volta il titolo nazionale, la squadra della cittadina sale nuovamente al primo posto del podio. Al secondo posto Maggiora (NO) e al terzo Vittorio Veneto (TV).

 

Nonostante un’edizione 2021 che per ragioni di sicurezza e responsabilità ha dovuto necessariamente abbandonare il ricco programma a cui il pubblico era abituato, tra animazione di corti lungo il paese, spettacoli itineranti ed eventi collaterali, Uva e dintorni non ha rinunciato al tradizionale Palio delle Botti delle Città del Vino, che ormai da anni chiude idealmente la kermesse richiamando ad Avio e Sabbionara d’Avio gli amici e supporter delle altre città concorrenti.

 

A conquistare il titolo del palio cittadino, svoltosi in Piazza Conciliazione a Sabbionara, proprio il team di Avio - formato da Alessio Secchi, Alessio Campostrini, Elia Campostrini e Marco Slomp - che ha staccato di ben 30 secondi gli sfidanti al termine del percorso di 1.300 mt. Una grande soddisfazione che si ripete, visto che la squadra aveva conquistato la gara anche nell’appuntamento dello scorso 4 luglio a Brentino Belluno (TV). Invariata, invece, la posizione nella classifica generale, poiché il team ha già accesso di diritto alla finale di Santa Venerina (CT) del 26 settembre, essendo detentore del palio nazionale 2019.

 

Ad impreziosire la sfida, anche la nuova gara di spinta femminile, voluta fortemente dall’Associazione Nazionale, dove ha primeggiato Vittorio Veneto (TV), seguita da Avio (TN) , con Federica Caden e Linda Rizzi, e da Refrontolo (TV). Al solito, poi, sono seguiti lo slalom femminile con le botti, la pigiatura dell’uva e l’immancabile riempimento della botte, dove ancora una volta ha vinto Avio, concluso con il tradizionale lancio di secchi che ha “battezzato” anche il Sindaco Ivano Fracchetti, il Vicesindaco Alvise Salvetti e l’Assessore al turismo Marino Salvetti, alla loro prima edizione.

 

Un grazie a tutti i partecipanti e a tutte le Città del Vino, soprattutto quelle più lontane, che hanno partecipato a questa bellissima manifestazione – ha commentato lo stesso Ivano Fracchetti – . Ci auguriamo – ha proseguito – di poterci rincontrare il prossimo anno per festeggiare insieme un ritorno alla normalità, con una festa senza vincoli”. Ringraziamenti a cui si è aggiunto Marino Salvetti, che ha sottolineato come sia bello rivedersi, poter finalmente fare comunità e vivere le piazze e gli spazi pubblici, pur in una forma ridotta.

 

Per me è un grande piacere essere qui, visto che sono vent’anni che seguo questa manifestazione – ha fatto eco l’Assessore Provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli – . Viviamo con nostalgia la festa intorno, dopo due anni di stop, e ci auguriamo che presto la pandemia possa cedere il passo alla normalità. Noi come Provincia cerchiamo di sostenere da sempre le manifestazioni culturali, enogastronomiche e di promozione del territorio, come è sempre stata, ed è, Uva e dintorni, all’interno della quale il palio rappresenta sicuramente un elemento di attrazione per riconoscere il territorio e le sue specificità e generare al contempo rapporti di amicizia tra le varie comunità coinvolte”.

 

Prossimi appuntamenti la grande finale di Santa Venerina, in provincia di Catania, calendarizzata per il 26 settembre: vedremo se Avio confermerà il titolo.

 

La kermesse Uva e dintorni è organizzata dall’omonimo comitato, capitanato dal Presidente Walter Pericolosi, con il Comune di Avio, il supporto di Trentino Marketing e il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori nell’ambito della promozione delle manifestazioni enologiche denominate #trentinowinefest.