Gesti antichi per ricollocare l'uomo al centro della natura

Gesti antichi per ricollocare l'uomo al centro della natura


L’Azienda Diotisalvi ha sin dall’inizio adottato il protocollo biologico, nella consapevolezza dell’importanza di ricollocare l'uomo al centro della natura, nel rispetto di un luogo - le colline trevigiane - dove l’armonia degli elementi è così perfetta ed accogliente da invitare ad essere parte di quell’equilibrio con un dare e avere reciproco.

La vera svolta è poi arrivata quando è stata compiuta la scelta di sposare la Biodinamica di Rudolf Steiner con la volontà di mantenere la terra fertile, ricca di vita e di massa organica, per permettere alla pianta di trarne nutrimento, crescere forte e sana e riuscire a difendersi quando ne ha bisogno. Per ogni appezzamento vengono selezionati manualmente i grappoli migliori, colti con le giuste condizioni e portati con estrema cura nelle mani degli enologi che seguono protocolli di lavorazione aggiornati di anno in anno in funzione dell’andamento di campagna e delle analisi sulle uve in maturazione così da valorizzare sempre al meglio i frutti raccolti. Bucce e raspi vengono ulteriormente valorizzati nell’impianto di recupero d’energia dove fermentano generando gas ricchi di metano utilizzati per fornire elettricità e calore, mentre la biomassa residua è rimessa in campo quale eccezionale ammendante organico, in un processo circolare che si chiude perfettamente.

Tutti i vini Diotisalvi, dai suggestivi nomi, sono Vegani e certificati Biologico: TAI IGT Veneto (anche nella tipologia Riserva di Famiglia, 100% Tai BIO in coltivazione biodinamica), Blunotte (50% Merlot-50% Cabernet Franc BIO), Fondamentale (Merlot BIO), Assolato Frizzante rifermentato in bottiglia (100% Bronner, PIWI BIO in coltivazione biodinamica), Luminoso Metodo classico Brut (50% Pinot Nero-50% Chardonnay, PIWI BIO in coltivazione biodinamica), Penombra Prosecco DOC Brut (100% Glera, BIO in coltivazione biodinamica, dalla vendemmia 2020 anche da uve certificate Demeter), Empatico Prosecco DOCG Brut (100% Glera, coltivazione biodinamica), Logico Extra-Brut Lison Pramaggiore DOC (100% Bronner, PIWI BIO in coltivazione biodinamica) e Essenziale Grappa da vinaccia (100% Bronner, dalla vendemmia 2020 da uve certificate Demeter).

Lo Speciale Premio BiodiVino del Concorso Enologico Città del Vino 2021 ha attribuito una Medaglia d'Argento al Penombra 2019 DOC Treviso, affinato in acciaio e spumantizzato in primavera secondo il metodo Martinotti per circa 2 mesi prima di essere imbottigliato, e al TAI 2019 IGT Veneto, ottenuto da piante di 90 anni allevate a Sylvoz corto.