Campania, cabina di regia con Città del Vino

Campania, cabina di regia con Città del Vino


Una “cabina di regia” gestirà l’intesa tra Regione Campania (Assessorato all’Agricoltura) e Associazione nazionale Città del Vino.

È quanto è emerso dalla riunione che si è tenuta ieri 23 febbraio a Napoli, presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, alla presenza dell’Assessore regionale all’Agricoltura Nicola Caputo, al Presidente nazionale di Città del Vino Angelo Radica. Presenti, in rappresentanza del Coordinamento regionale delle Città del Vino della Campania, anche Marco Razzano, Floriano Panza, Teobaldo Acone (Ambasciatore delle Città del Vino), e Carmen Guerriero, giornalista.

La “cabina di regia” è il frutto del protocollo d’intesa siglato tra Città del Vino e Regione Campania nell’ottobre 2018 dal presidente della Regione Vincenzo De Luca e dall’allora presidente di Città del Vino Floriano Zambon; il lavoro aveva prodotto già alcune attività in fase di progettazione, ma la pandemia ha poi fermato tutto. La nuova fase che stiamo vivendo ha suggerito Regione e Città del Vino di ridare vigore al protocollo d’intesa che ha, tra i suoi obiettivi generali, la promozione della cultura del vino e la realizzazione di azioni concrete come, ad esempio, la definizione di progetti di sviluppo legati al vino e all’enogastronomia come le strade del vino dell’olio e dei sapori con il coinvolgimento attivo delle comunità locali.

Tra l’altro sono in corso alcune attività che vedono già protagoniste Città del Vino quali la redazione di un dossier per la candidatura del paesaggio del vino della Falanghina del Sannio a patrimonio immateriale da tutelare UNESCO, in collaborazione con l’Università del Sannio di Benevento, l’avvio del Laboratorio per la promozione enogastronomica del territorio che si tiene a Montefalcione (AV) e che si concluderà a maggio, l’avvio della collaborazione con l’Area Vasta del Comune di Avellino per lo sviluppo del turismo enogastronomico. Da non dimenticare che nel 2019 la Città Europea del Vino fu proprio Sannio Falanghina, evento che fu da promotore del protocollo d’intesa. Durante l’incontro è stata ricordata la figura di Raffaele Ferraioli, ex sindaco di Furore, scomparso per un malore improvviso sabato 19 febbraio e coordinatore delle Città del Vino della Campania.