Sabato del Vignaiolo FIVI in Lazio

Sabato del Vignaiolo FIVI in Lazio


28 Vignaioli, 28 banchi d’assaggio, 150 vini degustati dagli oltre 500 partecipanti e winelovers. Focus sulla longevità dei vini bianchi della regione

Grande successo per la tappa laziale del Sabato del Vignaiolo FIVI, prima edizione della giornata organizzata in tutta Italia dalla Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. Per i produttori FIVI del Lazio l’evento di sabato 14 maggio a Castiglione in Teverina ha costituito anche l’occasione di festeggiare l’elezione di Ludovico Maria Botti, Vignaiolo dell’azienda biologica Trebotti, nel Consiglio Nazionale della Federazione.
La giornata si è aperta al MUVIS – Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari con un convegno e un banco d’assaggio dedicati alla longevità dei vini bianchi della regione. A dare il benvenuto Leonardo Zannini, sindaco di Castiglione in Teverina, a cui sono seguiti i saluti istituzionali di Enrica Onorati, Assessore Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo e Pari Opportunità della Regione Lazio, e di Francesco Monzillo, della CCIAA – Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Rieti e Viterbo. Ludovico Maria Botti, nel ruolo di organizzatore della giornata, ha introdotto la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, i valori che la caratterizzano e l’evento organizzato dalla delegazione FIVI locale. La parola è dunque passata a Gianluca Semprini, giornalista RAI ed enoappassionato: insieme a Giuseppe Mottura, primo cittadino di Civitella d’Agliano, a Carla Trimani, alla guida dell’omonima enoteca nel cuore di Roma, al giornalista enogastronomico Carlo Zucchetti e a Giampaolo Gravina, scrittore, divulgatore e docente universitario, già coordinatore nazionale della guida I Vini d’Italia de l’Espresso, si è approfondito il tema del convegno. L’assaggio di 15 vini bianchi di Vignaioli FIVI, con annate comprese tra la 2016 e la 1988, ha confermato gli spunti tecnici e critici emersi durante la discussione.
Il Sabato del Vignaiolo è continuato tra i filari dell’azienda biologica Trebotti con 28 banchi di assaggio; ospiti anche le rappresentanze FIVI di Umbria e Abruzzo. Più di 500 partecipanti e winelovers hanno scoperto o riassaggiato vini di grande carattere, dalle principali zone di produzione della regione, ma hanno anche conosciuto i Vignaioli che li producono con rigore e passione.
“28 Vignaioli, 28 banchi d’assaggio e oltre 150 vini, per un grande successo di pubblico e di stampa: questi i numeri della prima edizione del Sabato del Vignaiolo a Castiglione in Teverina – dichiara Ludovico Maria Botti, consigliere nazionale della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti – È stata l’occasione di incontrare i produttori FIVI e di dialogare con loro in un clima allegro e informale, al sole di una splendida giornata di primavera”.

La conclusione del Sabato del Vignaiolo è stata affidata alle percussioni della Caracca Tamburi Itineranti e alle loro squillanti sonorità.

FIVI - Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti

Nata nel 2008, la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti conta oggi 1400 soci per un totale di circa 13.000 ettari di vigneto e ha lo scopo di tutelare il mestiere del Vignaiolo, rappresentandolo di fronte alle istituzioni e promuovendone la specificità. FIVI dialoga con il Ministero dell’Agricoltura e con le Regioni partecipando ai Tavoli di settore, nonché con le istituzioni comunitarie a Bruxelles tramite la CEVI - Confédération Européenne des Vignerons Indépendants, in cui confluiscono le associazioni di tutti i principali Paesi europei produttori di vino. Partecipa alle politiche di sviluppo rurale a scala locale, nazionale ed europea. Propone misure economiche e norme legislative nell’interesse dei Vignaioli Indipendenti e del sistema vitivinicolo italiano.