Vino al calice di qualita'

Vino al calice di qualita'


Spesso accade che il servizio vino al calice non soddisfi le aspettative del cliente: i profumi e gli aromi sono sfumati, la temperatura non è quella giusta o, più semplicemente, il prodotto si è rovinato. Per evitare di incappare in brutte sorprese e continuare a mantenere un servizio apprezzato da molti consumatori, la soluzione potrebbe essere quella di acquistare un nuovo dispenser vino al bicchiere.

Tra i nostri clienti abbiamo ristoratori, gestori di enoteche, winebar e cantine che si sono rivolti a noi per trovare un modo per mantenere intatto il vino anche dopo diverse settimane dall’apertura – spiega il team di WINEEMOTION, azienda italiana specializzata nella produzione di sistemi di degustazione e conservazione vino -. Lavoriamo da anni nel settore per sapere quanto il vino sia un prodotto delicato e necessario di cure particolari. Per questo, i nostri dispenser vino sono progettati per mantenere intatte le caratteristiche organolettiche del prodotto e per conservarlo a lungo anche una volta aperto”.

Da qualche mese Wineemotion ha messo a punto un sistema di noleggio che consente ai ristoratori, ai wine bar e alle cantine, di poter utilizzare i dispenser in tutta semplicità, senza farsi carico dei costi iniziali, ma semplicemente pagando un canone di noleggio.

Una formula semplice ed economica, per un servizio al top, a partire da 99 euro al mese!

 

Come servire al meglio il vino al calice: si parte dalla giusta conservazione

Innanzitutto, per un servizio vino al calice di qualità, quello che bisogna tenere in mente è la possibilità di conservare il vino senza rovinarlo.

Uno dei punti di forza dei nostri dispenser vino al bicchiere è l’esclusivo sistema ISOL-PLUS – spiegano dall’azienda -. Questo, infatti, permette di preservare il vino contro le ossidazioni, mantenendo inalterati aroma e profumi indipendentemente da quando questo è stato aperto. Basti pensare che alcuni dei nostri prodotti permettono di conservare una bottiglia di vino aperta fino a 4 settimane. Un vero e proprio vantaggio per chi ha nella propria carta dei vini più etichette e non vuole rinunciare alla vastità dell’offerta”.

 

Dispenser vino da quattro bottiglie o da otto bottiglie

Altro punto da tenere in considerazione è quello della temperatura di servizio del vino. Come sa bene chi gestisce un locale, ma anche chi è appassionato di enologia, i gradi centigradi necessari salgono o scendono a seconda della tipologia di prodotto.

Immaginiamo che il gestore di un ristorante, di un’enoteca, di un winebar o di una cantina si possa trovare nella stessa serata a dover servire vino rosso al calice, ma anche vino bianco.  Come fare se le temperature non combaciano? – continuano dall’azienda -. Per questo abbiamo progettato i nostri DUETTO e OTTO SELF, rispettivamente dispenser vino refrigerati per 4 bottiglie e 8 bottiglie”. 

Entrambi i prodotti sono dotati di un moderno sistema di refrigerazione con due zone completamente indipendenti con temperature impostabili. Si va dai 6° ai 22°C: un’ampia scala, perché tante sono le esigenze di bottiglie diverse”.

 

Servizio vino al calice: i dispenser vino Wineemotion

Oltre alla possibilità di conservare a lungo il vino aperto e servirlo alla temperatura corretta, i vantaggi dei dispenser vino Wineemotion stanno nell’attenta progettazione.

Il nuovo rubinetto, ad esempio, permette di migliorare il servizio del vino al calice grazie ad un sistema automatico che pulisce perfettamente il beccuccio erogatore. In questo modo, la conservazione è ancora più affidabile e il risultato finale eccellente.

Inoltre, la nuova interfaccia è facile da usare e i comandi sono semplici e intuitivi. “Un gran vantaggio quando c’è molto lavoro e il bisogno è quello di avere a disposizione uno strumento efficace e veloce” concludono dall’azienda.

 

Per conoscere i modelli di dispenser vino Wineemotion, visita il sito dell’azienda: www.wineemotion.com