Casa Vinicola Quignones

  • Telefono: +39 0922773744 - +39 3286241959
  • Sitoweb: Casa Vinicola Quignones
  • Sede Amministrativa
    Contrada Sant'Oliva, S.S. 123 - Km 31.900 92027 Licata (Agrigento) Italia
  • Descrizione

    La Casa Vinicola prende vita grazie al lavoro appassionato e gentile di Alfredo Quignones, che porta avanti un progetto iniziato dal suo trisavolo nel '800, puntando oggi alla produzione di vini che offrono una diversa espressione della Sicilia, attraverso l'uso di vitigni rari e particolari metodi di vinificazione ed affinamento.

    Orgogliosamente piccoli, producono vino ed olio extra vergine di oliva, legati a pratiche tradizionali come la rigorosa raccolta a mano ed il paziente affinamento dei vini. I prodotti sono frutto di una storia d'amore: quella tra le colline ammantate dal sole dove maturano le vigne ed il mare che soffia una brezza, a volte dolce a volte potente, carica del suo profumo.

    Paesaggi antichi che si estendono su oltre 100 ettari nella Sicilia più autentica e meno conosciuta, terre di natura prevalentemente calcarea colme di millenni di storia e che appartengono alla famiglia da oltre 2 secoli. Esposte a sud ovest, le vigne crescono su più di venti ettari lungo le pendici della collina di Sant’Oliva a 150 mt sul livello del mare. Gli originali allevamenti a pergolato (da queste parti definito tendone) sono stati convertiti in lunghi filari di contro spalliere, alle iniziali superfici vitate ne sono state aggiunte molte altre e agli storici vitigni di Nero d’Avola ed Inzolia sono stati affiancate cultivar come lo Chardonnay, il Merlot, il Cabernet Sauvignon, il Petit Verdot.

    La XVII edizione del concorso enologico internazionale delle Città del Vino ha attribuito una Medaglia d’Oro a due IGP Terre Siciliane, il Tenuta D'Apaforte Nero D'Avola del 2014 e il Largasìa Inzolia/Chardonnay del 2017. Il primo, con elevazione per 15 mesi in barriques di rovere francese e affinamento in bottiglia per almeno 12 mesi, è caratterizzato dal colore rubino intenso, note tipiche varietali di ciliegia e marasca, sottofondo di fiori, tabacco, liquirizia e pepe e sapore rotondo, pieno, con ritorni fruttati e speziati, il tutto sorretto da una struttura tannica importante che conferisce lunghezza e persistenza: ideale per grandi piatti a base di carne e formaggi stagionati come un ottimo pecorino ragusano. Il secondo, giallo paglierino con riflessi verdognoli appena percettibili, ha profumo fruttato con note di pera e agrumi e gusto fresco, equilibrato nella giusta nota acida: consigliato con piatti a base di pesce cotto al naturale su griglia o al vapore.

    News

    Conegliano commemora Luigi Manzoni con un concorso dedicato ai suoi incroci
     Importante appuntamento il 24 novembre a Conegliano: l'Istituto Enologico Cerletti commemora, a 50 anni dalla scomparsa, la ...
    continua »
    W-Factor, il primo talent per appassionati di vino
    Fattore W come Wine. È il requisito alla base di W-Factor, il nuovo gioco-talent di Sanlorenzo Mercato a Palermo dedic ...
    continua »
    Un omaggio alla Calabria del vino
    La preziosa terra del Cirotano ha vinto l'ottava edizione del Premio al Territorio, il riconoscimento che Vinarius attribuisce a u ...
    continua »