La Stirpe del Vino

La Stirpe del Vino

Presentazione del libro “La Stirpe del Vino”, tenuta lo scorso 7 agosto dal Professor Attilio Scienza nel corso del quarto incontro di Letture Di Vino, il programma di promozione della Biblioteca delle Città del Vino di Orsogna (Ch). L'iniziativa ha il patrocinio della  Regione Abruzzo, del Consorzio dei Vini d'Abruzzo e dei Comuni di Orsogna e Ortona ed è ospitata dalla Sala della Musica (sopra l'Enoteca regionale) di Palazzo Corbo ad Ortona.

LA STIRPE DEL VINO, di ATTILIO SCIENZA e SERENA IMAZIO (Sperling & Kupfer, 2018)

In principio fu il Pinot: capriccioso, poco produttivo, instabile nel colore, eppure capace di regalare vini così eleganti e profumati che generazioni di uomini, innamorati del suo succo, lo hanno curato e diffuso. E il Pinot li ha ripagati: mutevole per natura, ha dato origine al Pinot bianco e al Pinot grigio; incrociandosi, ha generato lo Chardonnay e forse il Traminer, dal quale derivano il Cabernet Sauvignon e il Merlot. In Italia ha per nipoti Marzemino, Lagrein e Refosco. La sua storia è esemplare: oggi in Europa si contano circa diecimila vitigni, diversissimi fra loro, che discendono però da pochi avi fondatori. L'analisi genetica ha rivelato insospettabili storie di incroci, scambi e migrazioni - come la probabile origine meridionale del Sangiovese -, che vanno a intrecciarsi con racconti di conquiste, viaggi ed esplorazioni. Furono i mercanti a introdurre vitigni esotici, come moscati e malvasie, e gli uomini che si allontanavano dalla loro terra a portare con sé le proprie radici sotto forma di piante, andando a contaminare il patrimonio locale, fino a creare nuove varietà. In questo libro, Attilio Scienza e Serena Imazio, studiosi e ricercatori della genetica della vite, ricostruiscono per la prima volta la famiglia del vino: muovendosi fra analisi del DNA, archeologia, antropologia, mito e letteratura, raccontano l'origine e la storia dei grandi vitigni. Che è anche la storia dei territori in cui sono nati o hanno trovato casa, e la storia degli uomini che alla vite hanno dedicato la loro vita.

ATTILIO SCIENZA è professore ordinario fuori ruolo presso l'Università degli Studi di Milano, dove ha insegnato Miglioramento genetico della vite. I suoi temi di ricerca riguardano il miglioramento genetico delle varietà e portinnesti per incrocio e per selezione clonale, la valorizzazione dei vitigni antichi, lo studio delle interazioni tra il vitigno e l'ambiente ai fini del miglioramento della qualità dei vini. Si è occupato della salvaguardia e valorizzazione del germoplasma georgiano. È autore di 350 pubblicazioni scientifiche e di 15 libri, accademici e divulgativi, su argomenti relativi alla descrizione delle varietà, i loro rapporti con l'ambiente e la loro origine storica.

SERENA IMAZIO, dopo la laurea in Biologia nel 2000, inizia lo straordinario viaggio nel mondo del vino con un dottorato sulla genetica e l'origine della vite coltivata. È stata ricercatrice presso l'Università di Modena e Reggio Emilia e presso il Centro di Trasferimento Tecnologico dell'Emilia Romagna, dove ha cominciato ad avvicinarsi al mondo della comunicazione e della divulgazione scientifica. Si considera una persona molto fortunata, essendo riuscita a trasformare la sua irrefrenabile curiosità scientifica e il suo amore per il mondo del vino in un meraviglioso lavoro!

La stirpe del vino 1
La stirpe del vino 2

Ultime news inserite

L'amore dell'uomo per la sua terra
L’Azienda Agricola Colmello è ubicata sulla sommità di una collina all’interno di un antico borgo rurale ...
continua »
 Storie di Vini e Vigne
I Territori del Sangiovese in Toscana con Paolo Caciorgna a Cap’alice   I grandi vini toscani da Sangiovese si racconta ...
continua »
Happy Trentodoc
La città di Trento si anima con l'eleganza del perlage del suo spumante Metodo Classico attraverso esclusivi aperitivi 100% ...
continua »