La cultura in Europa: motore o fanalino di coda?

La cultura in Europa: motore o fanalino di coda?

Al di là della retorica, la cultura occupa oggi l’ultimo posto tra le priorità dell’Europa, come dimostra lo 0,0001% del bilancio che l’Unione Europea riserva tuttora a questo settore.

All’indomani delle elezioni europee, e della formazione del nuovo governo dell’Unione, l’incontro - organizzato a Roma lo scorso 17 settembre da Volta in collaborazione con Associazione Civita - si proponeva di promuovere il dibattito con alcuni dei protagonisti più dinamici del settore per capire se e come la cultura possa cessare di essere l’ultima ruota del carro per diventare finalmente uno dei motori dell’Europa del futuro.

I due ospiti di questo evento, introdotto da Giuliano da Empoli e moderato da Eric Jozsef (corrispondente di Libération), erano Robert Manchin (presidente di Culture Action Europe) e Francesco Rutelli (presidente di Anica).

Resoconto civta volta del 1709201

Ultime news inserite

Il primo trinciaraspi al mondo
La GBM di Manfrini Gian Basilio, che opera da anni nel settore della meccanizzazione agricola, ha studiato e messo a punto macchin ...
continua »
DiVin Ottobre, ultimo weekend tra visite in cantina e in vigneto e Sagra della Ciuìga
Si avvia alla chiusura DiVin Ottobre, la rassegna della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino dedicata all’autunno e all ...
continua »
I Sentieri del Gusto arrivano a Montepulciano
Settima tappa di Tra Borghi e Cantine. Dieci ristoranti del territorio e altrettante aziende vitivinicole fanno incontrare i loro ...
continua »