Società Agricola Siddùra

  • Telefono: +39 0796573 027
  • Sitoweb: Società Agricola Siddùra
  • Sede Amministrativa
    Località Siddùra 7020 Luogosanto (Olbia Tempio) Italia
  • Descrizione

    Situata vicino al pittoresco villaggio medievale di Luogosanto, Siddùra può essere considerata il cuore della Gallura, dove la nobile cultura del vino è antica come la storia della gente che nel corso dei secoli l’ha popolata. E’ in questo angolo di Sardegna che la tradizione si rinnova nei prodotti della cantina Siddùra, attraverso una profonda ricerca di qualità, perfezione e armonia.

    La sfida è nata con la scoperta di una proprietà abbandonata ma incantevole in un paesaggio selvatico, punteggiato di fitte foreste di sugheri e profumato dalle fragranze della macchia mediterranea. Un territorio dove le colline proteggono le piante e dove la leggera brezza marina accarezza la vite attenuando le calde temperature estive. Le buone escursioni termiche, il clima ventilato, l’ottimo irraggiamento delle delicate pendenze collinari, l’amore per questa terra e la dedizione degli “artisti” che ogni giorno ci lavorano fanno il resto.

    La cantina, al centro della tenuta, è perfettamente interrata al fine di sfruttare la coibentazione naturale data dal suolo. Qui si svolge l’intera filiera produttiva, dall’uva alla bottiglia, privilegiando le fermentazioni spontanee e utilizzando i più diversi tipi di contenitori: dalle vasche in cemento, alle botti, alle anfore.

    Vendemmia selettiva a mano, micro vinificazione e invecchiamento nelle migliori botti francesi di quercia completano l’opera, dando vita a vini bianchi e rossi dai suggestivi nomi che nella XVII edizione della Selezione del Sindaco hanno ottenuto ottimi riconoscimenti: una Medaglia d’Oro al Nùali (dal gallurese, “novità”) Moscato di Sardegna DOC Passito del 2015, al Tìros (dall’etrusco, “vino”) Colli del Limbara IGT del 2014, al Fòla (dal gallurese, “favola”) Cannonau di Sardegna DOC del 2015, allo Spèra (dal gallurese, “fascio di luce”) Vermentino di Gallura DOCG del 2015; una Medaglia d’Argento al Nudo Cannonau di Sardegna DOC Rosato del 2017 e al Bàcco Isola dei Nuraghi IGT Cagnulari del 2015.

    News

    “Naturae et Purae”: naturalità e purezza del vino
    I Giardini di Castel Trauttmansdorff per la seconda volta ospiteranno l’8 novembre, nella storica sala Deu ...
    continua »
    Appassimenti Aperti, viaggio nelle Marche alla scoperta della Vernaccia Nera
    Un vitigno antico coltivato esclusivamente in una piccola area nell’entroterra di Macerata e la magica atmosfera dell’ ...
    continua »
    La notte degli alambicchi accesi
    Da ormai più di dieci anni, il Ponte dell'Immacolata rappresenta una imperdibile occasione per visitare il caratt ...
    continua »