Comune di Roccanova

  • Telefono: 0973 833003
  • Fax: 0973 833048
  • Sitoweb: Roccanova
  • Sede Amministrativa
    Piazza Marconi 12 85036 Roccanova (Potenza)

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 1633
  • Altitudine: 648
  • Superficie: 61.74
  • Santo Patrono: San Rocco
  • Codice ISTAT: 76069
  • Codice Catastale: H426
  • Prefisso: 973
  • PEC: serv.aagg-demografici@pec.comuneroccanova.it
  • Zona Sismica: 2
  • Zona Climatica: D
  • Gradi Giorno: 2087
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Giulio Emanuele


Storia

Il centro abitato, che conserva una struttura medievale tra le più significative, è ad un’altitudine di 648 metri sul livello del mare. Le prime notizie ufficiali riguardanti l’Universitas Roccae Novae risalgono al 1276. Roccanova fu una rilevante roccaforte della Contea di Chiaromonte in periodo normanno. All’inizio del XII secolo fu feudo di Rinaldo e successivamente, nel 1269, fu assegnato da Carlo I d’Angiò a Guglielmo della Marra che aveva sposato Adelicia, figlia ed erede di Rinaldo. Per ordine regio, nel 1283, fu restituita “Adelicia uxori Guillelmi Marra Castrum Roccae Novae cunm quibusdam Casalibus iniuste usurpatis”. Sempre come feudo passò poi ai Carafa e, successivamente, ai Colonna di Stigliano, che risultano avervi esercitato giurisdizione feudale ancora alla fine del Settecento, quando, segnalata come Terra di “ aria buona”, contava 1765 abitanti. Nel 1799 fu tra i centri abitati dell’area di più sollecita ed attiva iniziativa politica repubblicana. Durante il tragico terremoto del 1857, che colpì duramente la Val d’Agri, Roccanova fu tra i comuni più disastrati ( 85 morti e gran parte del centro storico distrutto). Scavi archeologici recenti hanno riportato alla luce numerosi reperti risalenti al periodo compreso tra il VII e IV sec. a.C., a conferma, tra l’altro, della presenza di coloni greci sul luogo. Tali reperti sono, per la maggior parte, conservati nel museo nazionale della Siritide di Policoro ed in quello di Taranto. Di particolare interesse storico-archeologico risultano i vasi a figure rosse del IV sec. a.C. attribuiti ad un artista del posto, il noto Pittore di Roccanova (o di Varrese - 360 a.C.). (Fonte: www.comune.roccanova.pz.it)

Feste

A febbraio si tiene “A Mascaret” - sfilata di Carnevale, a maggio la Fiera San Nilo, a giugno la Fiera di Sant’Antonio, in agosto “Estate insieme a Roccanova” e “Festa dei Lucani nel Mondo”, a dicembre la Sagra del vino.

Informazioni Turistiche

Di particolare suggestione è il centro storico di origine medioevale. Qui, piccole stradine e vicoli riportano il visitatore indietro nella storia, soprattutto a quella dei Greci che sul territorio roccanovese hanno lasciato evidenti segni della loro fiorente civiltà. Attraversando il borgo antico si può tranquillamente arrivare attorno alla periferia dell’abitato e andare da qui alla scoperta di numerose grotte del vino, come nella zona manca che porta direttamente in Piazza del Popolo. Da via Roma,invece, si ritorna indietro fino a Piazza Castello dove una rotonda costruita sui resti di un antico castello si affaccia sulla valle sottostante. Da questo belvedere è possibile ammirare il verde della campagna roccanovese dove i vigneti rappresentano il fiore all’occhiello dell’agricoltura. Risalendo, sempre nel centro storico, attraverso il rione “Destra” si arriva nella zona del “Casale” dove sono ben visibili antichi artistici portali. Da vedere: palazzi signorili di buona fattura, le chiese di San Nicola di Bari edificata tra il 1100 ed il 1200 e la settecentesca San Rocco (che custodisce la statua della Madonna dell’Acqua rinvenuta nel tardo XIV secolo nel Santuario della Madonna Delle Serre), l'orologio solare costruito nel 1882, alcune caratteristiche fontane.

Denominazioni collegati

Basilicata

Basilicata

Regione di riferimento: Basilicata
Enoregione: MATERANO E VAL D'AGRI, VULTURE
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Roccanova, Comune di Ripacandida, Comune di Rionero in Vulture, Comune di Rapolla, Comune di Maschito, Comune di Lavello, Comune di Ginestra, Comune di Barile, Comune di Acerenza, Comune di Venosa, Comune di Viggiano

Enti Interessati
mostra/nascondi

Basilicata

Grottino di Roccanova

Grottino di Roccanova

Regione di riferimento: Basilicata
Enoregione: MATERANO E VAL D'AGRI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Roccanova

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc grottino di roccanova

News

Palio della Botte tra Città del Vino a Sabbionara di Avio: chi vincerà?
La competizione è in programma per domenica 3 settembre a Sabbionara di Avio (TN), durante la 17° edizione di Uva e din ...
continua »
44ª Sagra del Cesanese di Olevano Romano
Dall'1 al 3 settembre 2017 torna in scena la Sagra del Cesanese di Olevano Romano. Quest'anno rinnovata nell'evento domenicale che ...
continua »
Enoregioni italiane: Carso Triestino
Prosegue la nostra panoramica delle 92 enoregioni italiane. Nella Regione Friuli Venezia Giulia è possibile individuare q ...
continua »